oneplus 5 jcc+
Smartphone & Tablet

La forza di OnePlus è la personalizzazione

Arriva l’edizione speciale OnePlus 5 JCC+: stesso hardware della classica ma una cover ridisegnata e sfondi esclusivi firmati Jean-Charles de Castelbajac

OnePlus porta anche in Italia JCC+, una versione speciale del suo ultimo smartphone, numero di serie 5.

Come nel caso del 3T, giunto anche in edizione Colette, dal noto marchio fashion francese, anche il 5 si veste alla moda, con il tocco dello stilista Jean-Charles de Castelbajac. A differenza della declinazione precedente però, questo OnePlus 5 JCC+ cambia vistosamente nel design, con cover e chassis personalizzate, così come in alcuni sfondi disegnati apposta dall’artista e pre-installati a bordo del telefonino.

Questa variante sarà disponibile per l’acquisto in Italia dal 2 ottobre sul sito OnePlus.net al prezzo di 559 euro.

Oggetto all’avanguardia

C’è da dire che chi ha già comprato un OnePlus 5 classico non ha motivo per passare a questo nuovo, visto che non presenta migliorie di sorta. L’unico modello disponibile è quello con 8 mostruosi GB di memoria RAM e gli spaziosi 128 GB di storage interno, senza possibilità di inserire schede microSD. Ovvio che qui ci troviamo dinanzi a un oggetto di design oltre che a un telefonino. Motivo che ha spinto la compagnia ad aumentare il cartellino di 60 euro (dai 499 iniziali).

Dual Camera

Resta il punto di forza della doppia fotocamera, creata in collaborazione con DxO, che di recente ha dato a iPhone 8 Plus la palma come miglior camerafonino in circolazione. E OnePlus 5? A giugno si è portato a casa un punteggio di 87, solo qualche gradino dietro i 94 di Apple, sebbene con i nuovi protocolli di test i ragazzi di DxO dovranno aggiornare la lista.

 

Personalizzazione vincente

La strategia di OnePlus è chiara: uno smartphone ogni 6 mesi (più o meno) tra top di gamma e offerte più economiche, come agli albori della startup cinese. Tra un intermezzo e l’altro ecco il colpo: creare una partnership d’eccezione con marchi di moda e artisti, per lanciare lo stesso prodotto presentandolo in maniera diversa.

Tutto per il mero denaro? Ovviamente, ma almeno qui c’è la voglia di pensare a qualcosa di nuovo piuttosto che a un semplice cambio di colore o aggiornamento di software.

Oreo in attesa

A proposito: dietro l’angolo c’è l'update di OnePlus 5 ad Android Oreo (qui la lista dei telefoni aggiornabili) visto che a inizio settembre era arrivata una prima beta per un numero ristretto di utenti, con la promessa di un rilascio globale entro la fine del mese. Oramai siamo già oltre quindi potrebbe trattarsi di ore, al massimo qualche giorno.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti