Roberto Catania

-

Grandi, grandissime, a volte esagerate, con neri perfetti e risoluzioni al limite dell’occhio umano: le nuove Tv presentate alla recente IFA di Berlino rasentano la perfezione, soprattutto se paragonate ai modelli di qualche anno fa.

Guai però a considerarle tutte uguali: le differenze ci sono, e non solo a livello di polliciaggio. Nella tecnologia che soggiace ai singoli pannelli, ad esempio, ma anche nella scelta dei processori, nella calibrazione, nelle interfacce smart e nella resa sonora.

In questa breve rassegna vi mostriamo i modelli migliori avvistati in fiera, cercando di sintetizzarne le caratteristiche più innovative.

Philips Oled Tv 903

Ecco l’Oled che si vede…e si sente. Philips arricchisce la famiglia dei suoi Tv a matrice organica annunciando il suo primo modello con sistema audio Bowers & Wilkins a bordo. L’obiettivo è facile da intuire per chi conosce i valori del marchio britannico: deliziare le orecchie del telespettatore, oltre che gli occhi, sfruttando una soundbar integrata da 50 Watt con driver a bassa frequenza e diffusori gemelli passivi.

Nel pedigree della nuova serie - che arriverà nella duplice variante da 55 e 65 pollici - spicca il processore d’immagine P5 Perfect Picture di seconda generazione e l’esclusiva tecnologia Ambilight su tre lati. Ad Android Tv, come da tradizione recente, il compito di semplificare il controllo di tutte le funzioni smart del televisore.

OLED_903_Front

Samsung 8K Q900R QLED

È il primo televisore 8K ad arrivare in Europa e, per buona pace di chi nutre perplessità sulla reale utilità di tanta sovrabbondanza di pixel, rappresenta il nuovo benchmark per i maniaci dell’iperdefinizione. Tanto più viste le premesse della casa coreana  che, in fase di presentazione, ci ha tenuto a sottolineare le prestazioni degli algoritimi intelligenti innestati nel sistema di upscaling nativo, progettati per ottimizzare la qualità d'immagine anche su contenuti 4k o a risoluzione minore.

Oltre alla tecnologia Quantum Dot - ormai un marchio di fabbrica per i prodotti della serie Qled di Samsung - è da sottolineare il supporto alla tecnologia Q HDR 8K, basata su HDR10+, il Direct Full Array Elite per un maggiore contrasto e un controllo più preciso della retroilluminazione e la presenza di un cavo ottico One Remote per la gestione semplificata di tutti i collegamenti esterni.

Samsung QLED TV 8K

Samsung QLED TV 8K – Credits: Samsung

HiSense U9D 75 pollici

In attesa del primo modello Oled, Hisense ha deliziato gli occhi dei visitatori con il suo nuovo U9D, un Tv da 75 pollici piuttosto sottile (lo spessore massimo è di 14,1 millimetri) basato su tecnologia Quantum Dot e oltre 5.000 zone di local dimming. Tanta potenza di fuoco serve per attivare o disattivare i LED in maniera capillare, azione che - combinata alla retroilluminazione attuata dal sistema Prime Array Backlight - consente di migliorare l’intensità dei neri e al contempo la brillantezza dei bianchi.

Il tutto senza alcun compromesso a livello di luminosità: Hisense dichiara un rapporto di contrasto su scala 150.000: 1 e un picco di luminosità di 2.500 nit.

Hisense_HZ75U9D

Hisense_HZ75U9D – Credits: Hisense

Sony AF9

Dei due modelli presentati a Berlino dalla casa giapponese - AF9 e ZF9 - è soprattutto il primo ad aver conquistato gli onori della ribalta. Merito di un pannello Oled da 65 pollici con tecnologia Pixel Contrast Booster che stupisce per profondità dei neri e fedeltà dei colori. Non a caso Sony ha utilizzato per l'occasione la sigla Master, una denominazione che di norma viene usata per i monitor professionali utilizzati negli studi di produzione cinematografica.

Equipaggiato con il nuovo processore X1 Ultimate - che riconosce e analizza in maniera intelligente i singoli elementi dell’immagine - Sony AF9 si avvale anche di un sistema di diffusione audio (Acoustic Surface Audio+) che utilizza tre attuatori e due subwoofer laterali posizionati dietro il Tv per trasmettere il sonoro direttamente dallo schermo.

L'interfaccia è ancora una volta Android Tv, qui coadiuvata da un aggiornatissimo sistema diriconoscimento vocale.

Sony AF9 Master

Sony AF9 Master – Credits: Sony

Lg Tv Oled 8K

La visione dell’8K secondo Lg non può ovviamente prescindere dalla tecnologia che più delle altre ha decretato l’affermazione della casa coreana nelle tv di alta gamma, l’Oled. Per ora si trattadi un prototipo, ma l’obiettivo - spiegano i responsabili della casa - è arrivare presto a una definizione commerciale.

Del primo modello Oled da 8K non si sa ancora molto, se non che le dimensione del pannello sarà molto estesa (88 pollici) e che ospiterà tutte le migliori tecnologie apparse nell’ultima progenie di Tv con pixel autoilluminanti - compresi HDR, HDR10 Pro e Dolby Vision -  e che sarà dotato di un processore intelligente per la gestione ottimale dei colori, del rumore, della nitidezza, della profondità e del framerate.

Lg 8K Oled Tv

Lg 8K Oled Tv – Credits: Lg

Toshiba Tv 8k

Fra i produttori più interessati agli sviluppi dell’ultra-defininizione c’è anche Toshiba, presente all’ultima edizione della grande kermesse berlinese con un nuovo TV 8K basato su un pannello LCD da 65" e oltre 33 milioni di pixel (7680 x 4320 punti per la precisione).

A garantire un efficace upscaling da SD, Full HD e Ultra HD a 8K, è il processore integrato, che qui gestisce anche l’elaborazione di tutti i vari formati (HDR10, HLG e Dolby Vision) che sulla carta promettono di migliorare la gamma dinamica. 

Di ottimo livello la copertura dello spazio colore DCI-P3, che secondo quanto dichiarato dalla casa è pari al 99%.


Toshiba 8k Tv

Toshiba 8k Tv – Credits: David Becker @Getty Images (2018)

Sharp

A IFA 2018 Sharp ha preannunciato l’uscita imminente (in Europa si parla di inizio 2019) di tre nuovi modelli di Tv/monitor 8K da 60, 70 e 80 pollici che promettono “nuove dimensioni in termini di realismo dell'immagine e profondità del colore”.

Chiave di volta della nuova lineup da oltre 32 milioni di pixel è l’utilizzo di un processore proprietario che lavora sull’upscaling dei contenuti 4K UHD e 2K Full-HD: l’algoritmo di rilevamento - puntualizza la società - definisce il numero di punti immagine e li aumenta fino a raggiungere la griglia dei pixel extrafini dei modelli 8K.

Al processore d'immagine è anche affidato il compito di gestire grandi quantità di dati in tempo reale con l'obiettivo di di effettuare elaborazioni ad alta velocità anche sui 100 Hz così da garantire immagini in movimento senza effetto ghosting.

Sharp 80

Sharp Tv 8k 80'' – Credits: Sharp

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Hisense punta sulle Tv ULED (in attesa degli OLED)

La casa cinese insiste sulle Tv Ultra LED, con una gamma che strizza l'occhio ai cultori dei grandi polliciaggi

Oled o Quantum Dot? Philips sceglie entrambi

Il brand controllato da TP Vision rinnova la sua gamma di Tv di fascia alta puntando sulle due tecnologie più chiacchierate del momento

Il vantaggi della Tv Oled spiegati da Lg

Nero, contrasto, spessori ridottissimi: ecco perché (anche in Italia) sempre più consumatori scelgono la via "organica". Nonostante il prezzo

Commenti