Abbiamo ancora negli occhi il nuovo design di OnePlus 5T che già siamo oltre. Nessuna certezza ma solo indiscrezioni: pare che il prossimo smartphone della rampante startup (ma si può chiamare ancora così?) arriverà nel giro di poco, probabilmente un paio di mesi. Che si tratti direttamente del modello numero 6 o di un’edizione intermedia non è dato saperlo ma sul web cominciano a circolare presunte immagini e caratteristiche tecniche del dispositivo.

Come sarà

Molte si concentrano sulle forme diverse del telefonino rispetto alla versione attuale, che pure si distingueva dal precedente OnePlus 5, depositario ancora del tasto Home e di un rapporto dimensionale classico. OnePlus 5T abbraccia invece la ratio 18:9, simile al Galaxy S8 e a LG G6, e in linea con il trend del mercato seguito da tutti i marchi principali.

Di cosa si tratta

  • Nome: OnePlus 6
  • Processore: Snapdragon 845
  • Ram: 6 GB/8 GB
  • Display: 5,5 pollici QHD+
  • Memoria: 64 GB/128 GB
  • OS: basato su Android Oreo 8.0
Synaptics sensore impronte

Il lettore sotto vetro di Synaptics – Credits: Synaptics

Il design rinnovato

OnePlus 6, o come si chiamerà, prosegue sulla stessa falsariga ma con qualche cambiamento. Seppur con molto beneficio del dubbio, il display potrebbe prendere spunto da quello dell’iPhone X, ovvero dilungato verso i bordi fino a coprire la quasi totalità della superficie touch.

Il motivo? La presenza di un lettore di riconoscimento facciale sul fronte, non come quello su 5T ma avanzato, un Face Unlock in grado di ricostruire il viso in tre dimensioni (come il Face ID di iPhone X), sia per accedere in sicurezza al cellulare che per abilitare pagamenti di app e servizi.

Ma al fianco dello sblocco con il volto, pare che il primo big ad adottare la tecnologia di scansione delle impronte di Synaptics sia proprio OnePlus. La produttrice ha infatti inventato un piccolo sensore capace di leggere le dita anche se poste a qualche livello sotto il vetro, così da essere integrato in qualsiasi zona del display. Ciò permetterebbe di ottenere il cosiddetto lettore sotto lo schermo, che il mondo hi-tech profetizza da tempo.

L’hardware più potente

Visto il lancio probabile entro i primi tre mesi dell’anno, a bordo non potrà esservi il processore Snapdragon 835 ma il successivo 845, destinato a potenziare tutti gli Android top di gamma nel corso del 2018. La quantità di RAM non fa più notizia: tra 6 e 8 GB non cambia molto, non per un dispositivo che seppur faccia girare giochi in 3D e applicazioni più potenti di un tempo (molte in realtà virtuale) non sfrutterà mai un quantitativo di memoria del genere.

Data di lancio

Un report di Weibo, una sorta di Reddit cinese, dice di aver ottenuto un’indiscrezione praticamente certa: OnePlus 6 arriverà a marzo 2018, ovvero a soli quattro mesi dal 5T. Questo vuol dire che la compagnia avrà lanciato tre modelli in soli nove mesi, un ritmo che le altre non riescono a tenere e che francamente ci sembra fin troppo serrato.

Niente Star Wars. Però...

Intanto in India e nei paesi del Nord Europa, OnePlus ha regalato ai fan di Star Wars un telefonino a tema, sia esteticamente che nella personalizzazione software. In madrepatria invece è arrivata la  versione Lava Red, identica alle altre ma con uno chassis da profondo rosso.

In Italia? Nulla di tutto ciò ma la compagnia in passato ha reso disponibili da noi sia OnePlus 3T Colette che OnePlus 5 JCC+, ponendo il mercato nostrano in cima a quelli continentali. Aspettiamoci dunque una sorpresa nei prossimi giorni, una Limited Edition con i fiocchi.

oneplus star wars

OnePlus 5T Star Wars Limited Edition – Credits: OnePlus

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti