Roberto Catania

-

Xiaomi è arrivata in Italia. Il marchio cinese, che in patria è ormai in pianta stabile nella top 5 dei produttori di smartphone (insieme a Huawei, Oppo, Vivo ed Apple), ha aperto la sua rete di distribuzione diretta nel nostro Paese, con tanto di negozio fisico (lo Xiaomi Store di Arese).

A bagnare il debutto della società nel nostro paese sarà - almeno inizialmente - una gamma di prodotti limitata ma comunque variegata: oltre al piatto forte della casa, gli smartphone, ci saranno infatti anche dispositivi IoT, action cam veicoli elettrici e accessori.


Xiaomi Mi Mix 2 e 2S

Il prodotto più atteso dall’utenza Xiaomi della prima ora è senza dubbio il Mi Mix 2, uno smartphone che raccoglie l’eredità del primo Mi Mix, probabilmente il dispositivo di maggior successo nella storia della società cinese.

L’idea di fondo non è mutata: come il predecessore, anche il Mi Mix 2 si presenta un lato frontale con cornici praticamente azzerate e tutta una serie di risorse di altissimo livello. A impressionare è soprattutto la versione aggiornata del dispositivo (Mi Mix 2S) che si segnala per il processore Snapdragon 845 (lo stato dell’arte per quanto riguarda la produzione Qualcomm), i 6 giga di RAM, la doppia fotocamera posteriore stabilizzata con sensori Sony di ultima generazione (di 1,4μm la dimensione dei pixel) e la batteria da 3.400 mAh ricaricabile con alimentatore Quick Charge 3.0 (già incluso in confezione) o caricatore wireless basato su standard Qi.

Interessanti i prezzi al pubblico: 449 euro per la versione standard (Mi Mix 2 64 GB), 499 euro per il modello 2S con memoria da 64 GB, 599 euro per la versione da 128 GB. 


Xiaomi Mi MIX 2

Xiaomi Mi MIX 2 – Credits: Xiaomi

Xiaomi Redmi Note 5

Se il MiMix 2 è il fiore all’occhiello dell'attuale catalogo Xiaomi, il Redmi Note 5 rappresenta la proposta più allettante in termini di rapporto prestazioni-prezzo. 

A 199 euro (Iva inclusa) la società cinese mette sul piatto uno smartphone di grande sostanza che si fa notare soprattutto per il genersono schermo da 5,99 pollici, il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 636, la doppia fotocamera posteriore con funzionalità intelligenti di riconoscimento della scena e la batteria da 4.000 mAh ricaricabile con alimentatore da 5V/2A.

Xiaomi Redmi Note 5

Xiaomi Redmi Note 5 – Credits: Xiaomi

Xiaomi Redmi 5, 5A, 5 Plus

Sempre all'interno della gamma Redmi, vanno tenute d'occhio le varianti 5, 5 Plus e 5A del dispositivo, più agée a livello anagrafico ma comunque ben attrezzate per competere nella fascia bassa di mercato.

Le differenze macroscopiche stanno nel display - si va dai 5 pollici por il Redmi 5A, ai 5,5'' del Redmi 5, ai 5,99'' del Redmi 5 Plus - mentre a livello capillare è tutta questione di processore e RAM.

Decisamente abborabili, anche in questo caso, i prezzi: 124 euro per il Redmi 5  16GB, 139 euro per il Redmi 5 16 GB, 239 euro per il Redmi 5 Plus da 64 GB.


Xiaomi Redmi 5

Xiaomi Redmi 5 – Credits: Xiaomi

Xiaomi Mi A1

A metà strada fra i prodotti della gamma Redmi e i flagship Mi Mix troviamo questo Mi A1, un smartphone che a dispetto del design un po' datato (le cornici sono ancora piuttosto evidenti) può vantare una dotazione di tutto rispetto. Che comprende, fra le altre cose, uno schermo Full HD da 5.5 pollici, un processore octa-core Snapdragon 625, 4 GB di RAM e un lettore di impronte digitale.

Il prezzo al pubblico nella versione base (64 GB) è di 249 euro.

Xiaomi MI A1

Xiaomi MI A1 – Credits: Xiaomi

Xiaomi Mi Box

Fra i primi dispositivi “smart” disponibili in Italia c’è anche questa set top box che qualcuno ha già definito la Apple Tv di Xiaomi. Il supporto al 4K e all'HDR sono il cuore di un dispositivo che può essere utilizzato come centro multimediale per la trasmissione di tutti i contenuti multimediali da un telefono a una Tv con ingresso HDMI via Google Cast.

In dotazione un telecomando Bluetooth abilitato ai comandi vocali e la compatibilità con il joypad della casa (Mi Game Controller, venduto separatamente) per l’utilizzo dei videogames.  

Xiaomi Mi Box

Xiaomi Mi Box – Credits: Xiaomi

Mi Action Camera 4K

L’alternativa Xiaomi alla GoPro e a tutte le altre action cam si chiama Mi Action Camera 4K, una fotocamera decisamenta compatta che si basa su un obiettivo supergrandangolare da 145° stabilizzato su 6 assi.

Le foto e i video vengono salvati su microSD (non inclusa in confezione) ma possono essere rivisti direttamente sul display touch screen da 2,4 pollici. Nove, nel complesso le modalità di scatto fisponibili fra cui time-laps, slow-motion, raffica ed esposizione ritardata.

Xiaomi Mi Action Camera

Xiaomi Mi Action Camera – Credits: Xiaomi

Xiaomi Mi Electric Scooter

Mi Electric Scooter è un monopattino elettrico che fa della compattezza il suo punto di forza: il peso tutto sommato contenuto (poco più di 12 kg) e il design richiudibile ne fanno un mezzo piuttosto pratico nei brevi spostamenti, fatte salve naturalmente le varie prescrizioni di legge.

Sotto il profilo tecnico, il primo scooter elettrico di Xiaomi per l'Italia vanta un sistema di frenata doppia rigenerativa, una luce LED frontale e un’autonomia di 30 km, monitorabile anche mediante l’app mobile scaricabile su smartphone (non necessariamente Xiaomi).

Il prezzo è di 349 euro.

Xiaomi Mi Electric Scooter

Xiaomi Mi Electric Scooter – Credits: Xiaomi

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti