Prima del previsto, Samsung poterà il suo prossimo Galaxy S9 al CES di Las Vegas. La manifestazione hi-tech più importante negli USA (in pratica l’unica di rilievo) si terrà dal 9 al 12 gennaio 2018 e vedrà tra i protagonisti proprio il nuovo smartphone top di gamma.

Non c’è alcuna ufficialità ma le voci su un’anticipo della presentazione sui tempi soliti (primavera) sono più di un’indiscrezione e pare tutto assai probabile per un cambio di strategia che, il prossimo anno, vedrà inserirsi tra la gamma S e quella Note anche la nascitura Galaxy X. Gennaio sarà il mese del Galaxy S9, marzo quello del Galaxy X e settembre (in realtà fine agosto) il tempo del Note9.

La prima foto ufficiosa

Non abbiamo dettagli o notizie in merito all’hardware ma il design di S9 è stato svelato in anticipo da Ghostek. Il produttore di cover e accessori per la telefonia mobile ha infatti pubblicato per sbaglio (o forse no vista l’attenzione al sito nelle ultime ore) un’immagine che ritrarrebbe il futuro telefonino dentro una custodia ultra-protettiva, di quelle definite rugged. La vedete su, in copertina.

Di cosa stiamo parlando

  • Prodotto: Galaxy S9 e Galaxy S9+
  • Tipologia: smartphone
  • Marca: Samsung
  • Specifiche: Snapdragon 845, 6 GB RAM, 64 GB storage, dual-camera, jack 3.5
  • Extra: Neural Processing Unit, Bixby, sensore TrueDepth

Come è fatto

Nonostante gli angoli e la base rinforzata, è possibile scorgere alcune caratteristiche evidenti del dispositivo, soprattutto in differenza a quanto c’è oggi a bordo del Galaxy S8. Se l’Infinity Display resta un punto fermo, sul retro compare la doppia fotocamera già sdoganata sul Note8. C’è però un orientamento diverso e più centrato rispetto al telefonino con la S Pen, tale da spingere più in basso il lettore di impronte, in una posizione decisamente più raggiungibile e utile di quanto lo sia il sensore attuale.

Per gli amanti dei tecnicismi, il Galaxy S9 risponde al numero di serie SM-G960 e nome in codice Star 1 mentre il Galaxy S9 Plus è l’SM-G965 e nome in codice Star 2.

galaxy s9 ghostek laterale

– Credits: BGR

Hardware avanzato

Illazioni sulle caratteristiche tecniche interne non se ne possono fare ma è auspicabile che vi sia un cambio di passo deciso verso un hardware più avanzato e aperto. In che senso? Il processore a cui spetta il compito di potenziare lo smartphone è lo Snapdragon 845 che, come i rivali, dovrebbe ospitare una sezione dedicata all’Intelligenza Artificiale.

Questa permetterà di portare Bixby su un livello successivo, donando all’assistente della casa un repertorio più vasto a supporto delle attività quotidiane, che non si riduca a raccontami una barzelletta oppure che tempo fa a Bisceglie. Lo scopo sarà raggiunto assieme a due realtà acquisite di recente: DeePhi Technella e Graphcore.

Lancio e disponibilità

Date da confermare alla mano, il Galaxy S9 e S9+ dopo l'ufficializzazione saranno messi in vendita probabilmente da fine marzo, un paio di mesi prima dello sbarco del Galaxy X nella sola Corea del Sud, madrepatria di Samsung e nazione scelta per testare l'innovativo telefonino, il primo della casa con display flessibile.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti