samsung galaxy
Smartphone & Tablet

Ecco il Galaxy X, primo smartphone pieghevole di Samsung

Il numero di serie del telefonino Android, SM-G888N0, è già apparso sul sito ufficiale in tempo per distogliere l'attenzione da iPhone X

Il momento è catartico direbbe qualcuno. Gli occhi degli appassionati sono ancora puntati sull'iPhone X e dunque i concorrenti devono inventarsi qualcosa. Tra i tanti, Samsung è quella che ha i migliori assi nella manica: un Note8 che pare aver fatto dimenticare la burrascosa generazione precedente e un misterioso Galaxy X che dovrebbe stravolgere il mercato esistente.

La pagina è già online

Quest'ultimo non è proprio una novità visto che se ne parla da mesi, anzi anni. Solo di recente però la questione è diventata più seria, tanto che al prodotto è stato affiancato anche un codice seriale, SM-G888N0, quello che oggi è stato erroneamente caricato sul sito ufficiale della compagnia in una delle tante pagine del supporto tecnico, raggiungibile qui fin quando non verrà oscurata di nuovo.

I più concreti diranno "si, va bene, cosa ci facciamo solo con questa pagina vuota?", in realtà quel solo codice vuol dire parecchio. La differenza tra prototipi e smartphone per la messa in vendita è abissale. Da sempre le compagnie hi-tech registrano brevetti per la qualunque su telefonini che fanno il caffé, orologi che camminano, speaker che cantano musica lirica per poi bloccarne una reale produzione perché privi di un vero e proprio mercato.

Un codice, un prodotto

Quando un oggetto viene elencato all'interno del supporto di un'azienda le cose cambiano, visto che quel semplice codice afferma che il Galaxy X, o come si chiamerà, esiste davvero e a corredo avrà un libretto di istruzioni, un punteggio per l'emissione di radiazioni, test di resistenza ambientali e tutto il resto di procedure attivate per gli smartphone visti sinora.

Come sarà esteticamente il Galaxy Ten è impossibile dirlo. In un video del 2014 Samsung aveva ipotizzato un telefonino chiuso a mo' di portafoglio con un totale di tre display: uno classico frontale e due interni, visibili solo quando aperto. Sembra difficile mantenere un'ipotesi del genere soprattutto in termini di costi: quando varrà il device finale messo in vendita? 

Solo in Corea del Sud, per ora

Un punto cruciale è infatti il prezzo. Per non rischiare di lanciare milioni di Galaxy X che restino invenduti per colpa di un cartellino troppo alto (superiore evidentemente a quello dell'iPhone X), Samsung ne renderà disponibili in quantità limitate, tenendo la madrepatria Corea del Sud come trampolino di lancio. Quanto siano vicini a noi i gusti dei connazionali è poi da vedere ma l'interrogativo non va risolto prima del tempo.

Le tempistiche

Detto questo, il momento migliore per mostrare al mondo il prossimo Galaxy X sarà il Consumer Electronic Show di Las Vegas. il CES 2018 partirà subito dopo l'inizio dell'anno e dunque non andrà ad accavallarsi né con il Mobile World Congress di Barcellona (fine febbraio) né con un probabile evento ad-hoc pensato da Samsung per svelare il Galaxy S9 (tra marzo e aprile). Proprio le scorte limitate permetteranno alla coreana di continuare sulla strada della doppia proposta top di gamma: Galaxy S da un lato, Note dall'altro, dedicando la famiglia X a una categoria nuova e inesistente.

I più ottimisti indicano addirittura fine dicembre come periodo di presentazione del rivoluzionario cellulare ma sembra davvero troppo presto anche se nel mondo della telefonia mobile nulla è più così scontato.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti