galaxy note8
Smartphone & Tablet

Galaxy Note8: trucchi e consigli per usarlo al meglio

Il migliore smartphone di Samsung e uno dei più completi in circolazione nasconde tante funzioni: ecco quelle meno conosciute

Sulla distanza il Note8 è lo smartphone migliore che Samsung abbia prodotto fino ad oggi. Ha il rivoluzionario Infinity Display, la prima doppia fotocamera del gruppo e la immancabile S Pen, vero plus per chi ama prendere appunti e disegnare in mobilità.

Certo, non manca qualche pecca: tipo quel solito lettore di impronte che lì in alto, al fianco della dual cam posteriore, proprio non serve a nulla e un prezzo fuori la media, ma chi sceglie un modello del genere sa cosa si porta a casa. O quasi.

Si, perché sono talmente tante le novità a bordo di questo phablet che a spiegarle tutte non basterebbe un solo articolo. Cerchiamo allora di focalizzarci sulle più utili ma anche meno conosciute, quelle che segnano davvero la differenza tra il Note8 e i concorrenti sul mercato.

Appunti veloci

Basta sfilare il pennino dalla sua custodia et voilà, anche con lo schermo spento si apre il blocco note, dove poter scrivere e disegnare (solo bianco su nero) ciò che si vuole, per salvarlo poi nell’app S Note. Non è forse una killer application ma è comodo poter prendere appunti in giro, dove si vuole, con un effetto che fa molto vigile urbano in modalità multa.

Da YouTube a gif

Il primo dispositivo di Samsung a lanciare la creazione di gif è stato il Note7. Sul successore ben poco cambia circa la funzione Sezione Intelligente. Da qui si può selezionare una porzione dello schermo da salvare come screenshot oppure per creare un’animazione in formato gif.

L’opzione vale in pratica per tutti i giochi e per le app video più popolari, tra cui YouTube. Basta far partire il filmato, tirare fuori il pennino e cliccare su Animazione per salvare un breve clip da condividere poi su Facebook e Twitter, su quest’ultimo di massimo 5 MB.

galaxy note8

Alcune foto del Galaxy Note8

Aumentare la risoluzione del display

In pochi lo sanno ma Samsung ha impostato di default la risoluzione del Note8 alla Full HD. Eppure lo smartphone può arrivare fino alla QHD davvero utile però solo quando si gioca a titoli in 3D spinti oppure ci si immerge nei mondi della realtà virtuale dei Gear VR. Si può anche lasciare sempre la qualità massima ma non arriverete a fine giornata con la stessa percentuale di batteria.

Due app alla volta

L’enorme schermo del Note8 è il più indicato per usare due applicazioni alla volta. Ciò è possibile semplicemente tenendo premuto il pulsante Recenti, dove sono già aperte le due app da sovrapporre, e poi trascinarne una in alto e scegliere poi la seconda. Con lo stesso movimento si tiene aperta un’applicazione in modalità popup, una piccola finestra sulla Home.

Suono migliore

Nel menu Impostazioni e poi Suoni e Vibrazione e infine Qualità audio ed effetti c’è la voce Adapt Sound con cui avviare un test sonoro basato sull’ambiente nel quale ci si trova in un certo momento. Bisogna utilizzare un paio di cuffie e l’algoritmo imposterà al meglio i livelli di alti e bassi, sia per le chiamate vocali che per la musica.

 

Il Gear VR 2017 funziona benissimo

Insieme al Note8, Samsung ha rinnovato anche il visore di realtà virtuale. Questo non cambia per niente rispetto alla generazione precedente, vista solo a febbraio con il Galaxy S8. L’unica differenza sta in qualche centimetro di lunghezza in più, tanto da poter ospitare il phablet leggermente più lungo.

Ma se avete il VR di inizio 2017 potete benissimo usarlo con il Note: basta spingere un po’ il cellulare dentro, senza arrecare alcun danno a gadget e terminale. Partirà lo stesso l’installazione delle app Oculus e dell’ambiente 3D.

Due app identiche

Chi ha un paio di Sim sa benissimo che non può gestire WhatsApp doppio sullo stesso dispositivo, Invece il Note8 lo permette grazie a Knox, l’ambiente di sicurezza integrato e da scaricare pure su S8. Per installare una versione secondaria di un’app, per quelle supportate, bisogna tenere premuto sull’applicazione in questione dal drawler del menu dove ci sono tutte e poi scegliere Installa app secondaria.

A quel punto il sistema creerà una copia staccata dalla prima, come se fosse un software del tutto indipendente e non collegato al primario. Utile anche per le chat di Facebook e i profili di Instagram.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti