Smartphone & Tablet

Sei app per dormire prima e meglio

Piccole dosi di camomilla digitale che trasformano il telefonino in melatonina hi-tech, in uno strumento capace di conciliare il sonno

Sonno-apertura

Marco Morello

-

Dormire bene è più che un desiderio, è una necessità biologica ma sono in tanti quelli per cui una buona qualità del sonno resta solo un sogno. Ma forse può veniure in soccorso la tecnologia.

Secondo i commenti e le recensioni di chi le usa ogni sera, in tanti casi funzionano: alcune applicazioni sanno trasformare lo smartphone in una melatonina hi-tech, in uno strumento capace di conciliare il sonno. Come? Facendoci rilassare, riproducendo suoni soporiferi, tenendo sotto controllo la quantità e la qualità del riposo fino a svegliarci con naturalezza, al momento più opportuno, senza la violenza di campanacci, sirene, galli esagitati preregistrati e altre torture acustiche mattutine. Ecco sei app camomilla da scaricare subito e provare già stanotte.

Calm

Usata da milioni di persone in tutto il mondo, insegna come ridurre lo stress e a prepararsi al meglio al riposo tramite semplici tecniche di respirazione e meditazione. Gli esercizi durano una manciata di minuti o quasi mezz’ora. Chi mastica l’inglese, può ascoltare le «Sleep stories»: favole rilassanti per adulti.

Relax melodies: suoni per dormire

Aiuta a ignorare il vicino che tiene la tv a volume folle fino a tardi o l’andirivieni fastidioso dell’ascensore. Con pochi tocchi riproduce dal telefono le onde dell’oceano o il soffio del vento, il canto degli uccelli o un camino scoppiettante. Portando le orecchie in un viaggio lontano da qualunque sottofondo molesto.

Pzizz

Tra i suoi fan c’è anche J. K. Rowling, la creatrice della saga di Harry Potter. La magia di questa applicazione è un sistema brevettato che combina musica, effetti sonori e vocali in grado di indurre il sonno in maniera naturale. Per la notte o per un pisolino rigenerante in qualsiasi momento della giornata.

Sleepo

A qualcuno stimola il sonno il ronzio di un ventilatore o di una lavatrice, a qualcun altro lo sfrecciare di un treno. Qui il catalogo dei rumori è ampio e si possono combinare a piacere per comporre una bizzarra ninna nanna personale. Che fa abbracciare Morfeo senza doverlo inseguire sui binari della ferrovia.

Sleep Cycle

Rilevando i movimenti del corpo nel letto, capisce in che fase del sonno ci troviamo in ogni momento. Fa suonare la sveglia con dolcezza durante quello leggero, così aprire gli occhi diventa un processo naturale. In parallelo analizza la qualità del riposo, valutando se è sufficiente o se è opportuno coricarsi prima.

Timeshifter

Come la melatonina, questa app promette di lenire gli effetti ottundenti del jet lag. Sviluppata in collaborazione con un professore della Harvard Medical School, dà consigli pratici (per esempio quando assumere caffeina o esporsi alla luce solare) per far adattare il corpo a un fuso orario distante dal nostro.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti