Roberto Catania

-

Dal MWC di Barcellona

Prendete due telefoni, uno con design tradizionale e l’altro in formato cinematografico 18:9, e metteteli uno accanto all’altro. Il primo, quello con le cornici grossolane e il tasto home in bella vista, vi apparirà senz’altro più vecchio, bolso, demodé.

Questione di punti di vista, anzi di visuale. I cosiddetti “fullview”, dispositivi che rinunciano alla cornice per lasciare (più) spazio allo schermo, sono ormai il nuovo che avanza, il trend della prima vera rivoluzione stilistica dall'avvento dell'iPhone.

Si spiega così la decisione di Alcatel di rivedere tutta la sua gamma di smartphone: una famiglia di telefoni con prezzi decisamente popolari - si parte da 99,90 euro per arrivare a 229 euro - costruita intorno al nuovo form factor “hollywoodiano”.

I nuovi modelli, presentati oggi a Barcellona alla conferenza di anteprima del Mobile World Congress, sono stati ripartiti in tre famiglie - Serie 5, Serie 3 e Serie 1 - differenti per caratteristiche e prezzo.  

Alcatel Serie 5

Il più pregiato è il nuovo Alcatel 5, dispositivo con display FullView 18:9 da 5,7 pollici che si caratterizza per l’assenza di bordi laterali, scocca con effetto spazzolato metallizzato, processore Octa-core e batteria da 3.000 mAh con sistema di ricarica rapida.

Altro segno distintivo di questo nuovo telefono - che in Italia verrà proprosto a un prezzo di 229 euro - è la presenza di un sistema di riconoscimento facciale (Face Key) che lavora su una scansione a 100 sezioni per consentire lo sblocco mediante un semplice colpo d'occhio.

La scansione del volto non è comunque la sola modalità biometrica per uscire dal blocca-schermo; in alternativa, è sempre possibile utilizzare il più classico lettore di impronte digitali, situato sul lato B del telefono. Dallo stesso sensore, puntualizza Alcatel, si possono gestire anche altre funzionalità accessorie, come lo scatto dei selfie o l’accesso a una modalità privacy, sfruttando all’occorrenza più dita.

Alcatel 5 è equipaggiato con ben tre fotocamere: quella principale, situata sul retro, si basa su un sensore da 12 megapixel con sensore da 1.25μm e ottica con apertura f/2.2; le altre due, situate sulla parte frontale del telefono, consentono al nuovo top di gamma della casa cinese di scattare indifferentemente sia in modalità standard che grandangolare.

Piuttosto ampio il carnet di funzionalità contenute nel menu fotografico: si va dai set di strumenti predefiniti per il fotoritocco (social mode) alla possibilità di suddividere lo schermo in due metà per scattare e al tempo stesso rivedere le foto salvate in galleria (social square), dall’opzione per combinare più foto in un’unica composizione durante lo scatto (collage istantaneo) alla possibilità di scattare quattro foto di seguito a un secondo di distanza (photo booth).

 

Alcatel Serie 3

La famiglia di mezzo della nuova collezione Alcatel 2018 si articola in tre differenti modelli - tutti comunque in 18:9 - distinti per dimensioni dello schermo: si va dai 5,5 pollici del nuovo Alcatel 3, per arrivare ai 5,7 e ai 6 pollici dei due modelli taglia XL, Alcatel 3X e Alcatel 3V.

Caratteristica comune del nuovo terzetto di middlerange è l’elegante design della parte posteriore, caratterizzato da una superficie specchiata leggermente stondata ai bordi, e la possibilità di sbloccare lo schermo sia mediante riconoscimento facciale (Face Key), sia mediante il lettore di impronte digitali collocato sul retro.

Le differenze, al di là dello schermo, riguardano il comparto fotografico: se Alcatel 3 dispone di una fotocamera standard, i due 3X e 3V si fregiano di un doppio obbiettivo posteriore, impegato però per due finalità differenti: nel primo caso (Alcatel 3X) per allargare il campo grazie a un secondo obiettivo grandangolare, nel secondo (Alcatel 3V) per accentuare l'effetto sfocato dello sfondo, noto anche come "bokeh".  

Alcatel 3, Alcatel 3V e Alcatel 3X arriveranno in Italia nel mese di aprile a un prezzo di - rispettivamente - 149179 e 199 euro.

 

Alcatel Serie 1

Alla base del nuovo portfolio Alcatel 2018 troviamo infine la Serie 1, che consta di due modelli dal prezzo davvero interessante: Alcatel 1X (109,99 euro) e la più economica variante 3G Alcatel 1C (99,90 euro).

Entrambi dispongono di un display 18:9 da 5,34 pollici, fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash led, anteriore da 5 Mp (sempre con flash), 16 GB di memoria e RAM da 1GB.

A differenza dei modelli della Serie 3 e 5, equipaggiati con Android Nougat, il sistema operativo è in questo caso Android Oreo nella sua versione “light” (Android Go), per evidenti ragioni di compatibilità.

 

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Alcatel One Touch: a ognuno il suo Idol (Ultra)

Schermo di ottima fattura, spessore ridotto e tutta la potenza di Android. Ma è l’hardware a non impressionare

Alcatel smartphone e tablet per il rilancio: OneTouch 2 e OneTouch 8

Il marchio francese arriva a IFA quasi in punta di piedi ma tra un Samsung e un LG spuntano due prodotti che faranno gola a tanti

Commenti