Aggiornato il giorno 11/11/2017

A Napoli, Bari e Milano, sono apparse in questi giorni tre colossali statue di 12 metri raffiguranti tre personaggi sconosciuti al grande pubblico.

Le tre opere - una itinerante (quella di Milano) e due stanziali (a Castel dell’Ovo, a Napoli, e sul lungomare barese) - fanno parte della campagna I am What I do promossa da Huawei in occasione lancio italiano del suo ultimo smartphone, il nuovo Huawei Mate 10 Pro. L'obiettivo è celebrare tre "eroi di domani", tre giovani imprenditori italiani che, grazie all’innovazione tecnologica, hanno saputo raggiungere importanti traguardi professionali, contribuendo al tempo stesso a migliorare la vita delle persone. 

Nella fattispecie si tratta di: Diva Tommei, statupper italiana divenuta celebre in tutto il mondo per Caia, una speciale lampada a forma di sfera che si basa sulla tecnologia eliostatica; Monica Calicchio, fondatrice di Tailoritaly, la prima piattaforma online per personalizzare e acquistare capi di abbigliamento Made in Italy; Massimo Ciociola, CEO e founder di Musixmatch, uno dei più grandi cataloghi online di testi di canzoni.

Qui di seguito vi spieghiamo chi sono.

Diva Tommei

La statua collocata presso Largo Giannella, a Bari, raffigura Diva Tommei, unica italiana a essere indicata dal sito Eu Startups tra le startupper più promettenti d’Europa. Nonostante la sua giovane età, 32 anni, Diva ha inventato Caia, una speciale lampada a forma di sfera che si basa su una tecnologia eliostatica che intercetta la luce del sole per poi ridirezionarla all’interno della casa. L'idea, ambiziosa, è quella di permettere alle persone di illuminare le stanze delle proprie abitazioni (fino a 47mq) direttamente con la luce naturale. Sulla statua che la raffigura è stata incisa un targa che recita: “L’italiana che nel 2025 avrà portato la luce naturale del sole in tutte le case del mondo”.

Monica Calicchio

La protagonista della statua situata presso la Rotonda Diaz, a Napoli, è Monica Calicchio, definita da Huawei come “L’italiana che nel 2025 avrà consentito alle persone di personalizzare capi made in Italy rendendoli unici”. Laureata in management alla Bocconi e da sempre appassionata di moda, Monica Calicchio è la fondatrice di Tailoritaly, la prima piattaforma online per personalizzare e acquistare capi di abbigliamento Made in Italy e riceverli direttamente a casa propria. Il servizio rientra nel Mip, il Miroglio Innovation Program (Mip) nato due anni fa con l’obiettivo di promuovere innovazione.

Massimo Ciociola

Il volto alla statua “errante” che vaga in queste ore tra le strade di Milano è quello di Massimo Ciociola, CEO e founder di Musixmatch. Sul ritratto si legge: "l’italiano che avrà spiegato alle persone il vero significato delle loro canzoni preferite”. Quarantenne, pugliese, Ciociola ha creato il più grande catalogo online di testi di canzoni, definito da Mark Zuckerberg “una delle realtà imprenditoriali italiane più interessanti e promettenti del panorama digital”. L’app consente di visualizzare, mentre le si ascolta, i testi delle canzoni sul proprio smartphone oltre che di riconoscerle. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti