Mytech

WiSee, una tecnologia Wi-Fi per comandare la casa… a gesti

Spegnere la luce, cambiare canale del televisore, accendere il riscaldamento; senza interruttori o telecomandi ma con la sola imposizione delle mani. All’Università di Washington si lavora su un nuovo modo di interagire con l’ambiente domestico, senza fotocamere o sensori, solo grazie alle reti Wi-Fi

– Credits: WiSee

Non è la prima volta che si parla di interazioni gestuali per il controllo dell’ecosistema domestico, tecnologico e non. Da quando le console gioco – e in particolare Kinect – hanno mostrato al mondo quali sono le opportunità fornite dalle cosiddette "gesture volanti”, è stato tutto un fiorire di dispositivi controllabili con la sola imposizione delle mani.

Finora, però, tutte o quasi le tecnologie impiegate su questo fronte (si pensi ad esempio alle ultime Smart Tv) si sono concentrate sull’utilizzo di telecamere o sensori in grado di leggere i movimenti umani e tradurli, tramite un software, in comandi. Dall’Università di Washington arriva invece un interessante modello alternativo che si basa sulla possibilità di utilizzare le reti Wi-Fi come chiave per l’interazione uomo macchina. Si chiama WiSee ed è un progetto sperimentale che si basa sulle variazioni dell’intensità del segnale wireless provocate dai movimenti delle persone in ambienti chiusi (come appunto quello domestico).

Obiettivo della ricerca è portare sul mercato una tecnologia affidabile che, attraverso un router Wi-Fi opportunamente modificato e alcuni dispositivi wireless ad esso collegato, permetta di controllare con semplici gesti tutta l’elettronica e gli elettrodomestici di casa. Il tutto – e qui sta il vero plus della tecnologia – senza alcun vincolo spaziale. Essendo basato sulle variazioni di un segnale radio distribuito e non sull'occhio di un telecamera, WiSee è infatti indipendente dal posizionamento dell’utente all’interno dell’ambiente.

"Vogliamo utilizzare i segnali wireless già presenti in casa in un modo nuovo", ha spiegato Shyam Gollakota, uno dei ricercatori impegnati nello sviluppo. "Già oggi è possibile utilizzare senza fili per il riconoscimento dei gesti senza bisogno di implementare altri sensori".

WiSee dovrebbe essere presentato ufficialmente il prossimo mese di settembre al Mobicom di Miami.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lo smartphone del futuro funzionerà a gesti?

Dal touchscreen alle interfacce gestuali il passo è breve. Basta un chip. Almeno secondo Microchip. L' azienda statunitense ha creato un chip che consente di interagire col proprio telefono a gesti

Commenti