Videogiochi

Logitech PowerShell, la custodia controller che ricarica l'iPhone 5S

Trasforma i dispositivi con iOS 7 in una console portatile e raddoppia l'autonomia della batteria

– Credits: Ufficio stampa Logitech

Tra i punti di forza del nuovo iPhone 5S c’è senza dubbio il chip A7 che migliora sensibilmente le prestazioni del telefono, a cominciare dalle performance grafiche. Una manna soprattutto per gli appassionati di videogame, che possono divertirsi sul loro melafonino con giochi in alta definizione sempre più complessi. Peccato, è un vecchio limite, che uno smartphone non sia una console portatile, per ragioni pratiche più che di resa: trafficare con i comandi touch su un display da 4 pollici rischia di sminuire l’esperienza complessiva, anzi alla lunga diventa snervante. In particolare con i titoli che richiedono un’interazione continua e precisa.

Logitech ha pensato di annullare questo divario lanciando Powershell: una custodia con i tasti analogici tipici di un classico controller. Direzionali, d'azione, come nelle console da tasca o di casa. Non una novità assoluta nel panorama degli accessori per i telefoni di Cupertino (o Android, certo), ma con alcuni bonus che la fanno emergere: è compatibile con iOS 7, dunque con l’iPhone 5S, il 5 e con l’iPod touch di quinta generazione. Un segmento in cui la concorrenza è molto scarna, anzi a oggi quasi del tutto assente. Inoltre supplisce al limite numero uno quando ci si scatena con avventure e simulazioni sulle creature di Cupertino: la batteria rischia di esaurirsi troppo in fretta e quindi non si esagera per non rimanere a secco nel posto e nel momento sbagliato.

PowerShell, invece, ha al suo interno una batteria da 1500 mAh, grosso modo quanto quella del 5S. Insomma, di fatto è in grado di raddoppiarne l’autonomia. Non solo: è possibile ricaricarle entrambe senza estrarre il telefono dal guscio, che si presenta come una sorta di appendice, di seconda pelle, andando oltre le semplici funzioni di gaming. Logitech lo ha costruito con l'accortezza di lasciare libero accesso in qualsiasi momento ai pulsanti presenti sui lati dello smartphone, così si può alzare e abbassare il volume, scattare una foto e sfruttare tutti i percorsi abbreviati pensati da Cupertino.

Il blog Engadget, che ha potuto testare il dispositivo in anteprima, è rimasto positivamente colpito dalla posizione e dalla praticità dei pulsanti, dalla loro resa, in generale dall’ingegneria del prodotto. Che, dichiara il produttore, è già compatibile con un ampio ventaglio di titoli come Nitro, Fast & Furios 6, Bastion e altri pensati per sfruttare al massimo iOS 7 e le potenzialità del nuovo chip dell’iPhone.

L’unica nota stonata è che bisognerà aspettare ancora un po' prima di metterci le mani sopra: sarà disponibile in Italia solo a partire da gennaio 2014. Non costa pochissimo, ha un prezzo suggerito di circa 100 euro, una trentina in meno di una console portatile come la 2DS della Nintendo, giusto per fornire un termine di paragone. Ma chi gioca in modo assiduo sul melafonino o, certo, sull’ultimo iPod touch, apprezzerà il valore aggiunto (anche di anti-stress) che PowerShell porta con sé.      

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Parrot Zik, la nostra prova

Comandi touch invisibili, buone prestazioni, design di Philippe Starck e un accordatore d'eccezione: Lou Reed

Commenti