Social

Twitter sperimenta i “retweet con commento"

Una nuova funzione permetterà di rispondere alla rete senza ripostare il tweet di origine. Così si andrà oltre il limite dei 140 caratteri

– Credits: Kooroshication , Flickr

Il pregio principale di Twitter è anche il suo più gran difetto: la brevità. Tutto quello che è possibile scrivere in 140 caratteri è il risultato di un esercizio di abbreviazione quotidiano. La difficoltà è maggiore quando si vuole intraprendere una discussione sul microblog (del resto è stato creato anche per questo). Se vi è capitato di rispondere all’interno di un certo argomento (topic) vi sarete accorti che tra l’inserimento del termine “RT” e le mention dei singoli utenti, spesso rimane ben poco per esprimere il proprio pensiero. Una tecnica è dar vita al cosiddetto “Tweetstorm ”, ovvero la poco elegante pratica di numerare le frasi per continuare a scriver un post dietro l’altro.

Ma Twitter ha una soluzione. Il social network starebbe infatti sperimentando una nuova funzione, chiamata “retweet con commento” che permetterebbe agli iscritti di partecipare ad una conversazione includendo di per sé il contesto di riferimento, senza bisogno di occupare ulteriore spazio nel testo. In pratica il nuovo retweet andrà a sostituire l’attuale “Cita il tweet” che permette di inserire un proprio commento prima o dopo la frase ripresa da un altro post.

L’aggiornamento non sarebbe di poco conto visto che con il metodo odierno, i twittofoni si ritrovano spesso a dover troncare parti del testo originale per poter inserire le proprie considerazioni. Il problema è che attualmente non esiste un metodo per entrare in una discussione su Twitter senza riprendere, del tutto o in parte, il tweet di origine.

L’esperimento di Twitter è di far diventare il twet di origine una specie di “card” che appare sotto il commento personale. Il funzionamento sarebbe identico alle “Card” attuali che consentono di cliccare su un post e vedere un’anteprima del sito di destinazione, al quale si arriva cliccando sull’URL nel testo. Il loro utilizzo è particolarmente diffuso per i siti di notizie o piattaforme video, come Vine, dove il filmato viene integrato nel testo, senza essere conteggiato nei 140 caratteri totali. 

L’adozione della nuova funzione è stata resa nota dal sito Mashable , il cui team si è accorto di come alcuni utenti, tra cui il capo della comunicazione di prodotto di Twitter, Carolyn Penner, stavano testando i “retweet con commento ” mostrando il menu con la voce specifica. Quando arriveranno per tutti? Non è dato saperlo ma Twitter, come del resto Facebook, non è solita lanciare nuove caratteristiche per poi lasciarle nel cassetto.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti