facebook compra
Social

Perché Facebook sarà il tuo negozio preferito

Non solo il pulsante “Compra” ma una nuova sezione dell’app dedicata allo shopping. Ecco di cosa si tratta

Il tempo speso su Facebook è già molto e sappiamo quanto Zuckerberg guadagni dalla nostra permanenza sulla piattaforma. Al genietto statunitense però non basta e per questo ha studiato una serie di modalità con cui accrescere il business sul social network, tanto da farlo diventare un contenitore globale, capace di raggiungere persone con interessi diversi.

Gli sviluppatori dell’azienda stanno testando un paio di nuove funzioni dedicate allo shopping 2.0, quello che prevede l’offerta di oggetti a cui un iscritto potrebbe essere interessato (grazie alla storia dei cookie) e che possono essere commentati dalla rete degli utilizzatori, un po’ come avviene su Amazon. Dietro al tasto “Compra” (in test da più di un anno negli USA) c’è di più. Ciò che interessa Facebook non è solo diventare un sito di e-commerce ordinario ma un posto in cui si può fare davvero di tutto, anche sfogliare un catalogo senza lasciare l’ambiente dell’app e da lì ordinare qualsiasi cosa. Fosse pure la pizza per cena.

Il nuovo bottone

Facebook ha pubblicato un articolo sul proprio blog in cui ufficializza la prossima mossa, indirizzata ad introdurre soluzioni aggiuntive per mettere in sintonia il social con l’e-commerce, binomio che non sempre ha trovato risposta positiva in esperimenti precedenti. Questo sembra però il momento giusto per dare una spinta al progetto, visto che l’interesse sul social è alto, soprattutto dopo la notizia delle sei icone che affiancheranno il Like. “La maggior parte delle persone con uno smartphone utilizza quasi esclusivamente le app, incluse la nostra ed Instagram – si legge sul sito – per costoro l’esperienza di e-commerce in mobilità è pessima. Incontrano tempi lunghissimi per il caricamento e troppi passaggi da effettuare per arrivare a pagare ciò che si ha nel carrello. Abbiamo notato che molti degli iscritti non accedono a Facebook solo per interagire con amici e parenti ma anche per cercare prodotti e marchi specifici, di cui leggono i post attraverso lo scrolling sul news feed. Cosa ci blocca dal costruire esperienze native di commercio elettronico integrate?”

Gatorade’s New Facebook Mobile Ad

Tap to open and exit onto the streets of Brooklyn to experience Gatorade’s, "Serena Williams - 21 Slams in 21 Styles". Using Facebook’s new mobile ad format, Gatorade created an immersive experience that allows users to interact with and travel through Serena Williams' journey to history.

Posted by Gatorade on Giovedì 3 settembre 2015

Negozio sempre aperto

Ecco allora l’invenzione: una sezione dell’app dedicata agli acquisti online, con inserzioni e promozioni pubblicate sul network e accessibili pienamente da smartphone e tablet. Si tratta in pratica di una nuova voce del menu principale che si va ad affiancare alle varie “Amici”, “Eventi”, “Gruppi”, “Pagine”, “Elementi salvati” e così via e che rappresenta una delle porte che Mr. Zuck si è aperto sul mondo dell’e-commerce. L’integrazione è strettamente collegata al funzionamento del tasto “Compra” che da luglio del 2014 è in fase di test per alcune aziende negli Stati Uniti.

Canvas

Il nuovo progetto verso l’e-commerce 2.0 pensato da Facebook si chiama Canvas e rappresenta uno standard visivo che i brand potranno adottare per aumentare le vendite online. Basterà andare nella sezione Shopping per visualizzare le offerte disponibili nei gruppi a cui si è iscritti o lanciate dai brand che si seguono. A quel punto si cliccherà sull’inserzione preferita e si potrà navigare al suo interno a tutto schermo, quasi ci si trovasse dinanzi alle classiche pubblicità sui giornali, ma con il vantaggio di poter interagire e finalizzare l’acquisto. È discrezione di ogni venditore permettere che l’acquisto si svolga direttamente dentro Facebook o sul proprio sito, a cui l’utente viene re-indirizzato appena clicca su “Compra”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti