Facebook Moments
Social

Facebook Moments, arriva l’app per condividere foto (in privato)

Un servizio, sganciato dal social network, che permette di inviare e ricevere foto dagli amici sfruttando la localizzazione e il riconoscimento facciale

C’è grande fame di applicazioni fotografiche. Dopo Google e il suo nuovo servizio per lo storage e l’organizzazione degli archivi, tocca ora a Facebook lanciare un segnale (forte) alla comunità di fotoamatori. Di mezzo c’è un’app tutta nuova - Facebook Moments - che promette di semplificare la condivisione di foto scattate da utenti che si ritrovano allo stesso evento, ad esempio un matrimonio o una festa privata.

Facebook Moments sfrutta infatti i dati di localizzazione e il sistema di riconoscimento facciale (lo stesso che viene utilizzato per taggare le foto sul social network) per raggruppare le foto scattate in un determinato luogo e poi condividerle - eventualmente - con tutti i contatti riconosciuti.

Il vantaggio di Moments rispetto alla classica condivisione su Facebook è duplice. Innanzitutto agisce in forma privata: l’app è infatti sganciata dal social network (l’unica intersezione sta nella condivisione della rubrica dei contatti) e suggerisce lo sharing solo agli amici presenti al momento dello scatto. In secondo luogo non richiede l’intervento manuale dell’utente ma agisce in maniera pressoché automatica. Facebook Moments - spiega infatti lo stesso staff di Menlo Park - effettua la scansione del rullino fotografico e invia automaticamente un messaggio agli amici (via Messenger) segnalando la presenza di foto che li ritraggono.

Facebook Moments esordisce oggi (per il momento solo negli Stati Uniti) su dispositivi iOS e Android. Va da sé che il successo dell’app dipenderà da due fattori: la volontà degli utenti di dotarsi di uno strumento di questo tipo e soprattutto la capacità del servizio di riconoscere i volti con precisione.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti