Smartphone & Tablet

Windows Phone cresce, ma dove può arrivare?

Il sistema operativo di Microsoft cresce a un ritmo serrato. Ma quante chances ha di superare iOS e Android?

– Credits: Sean Gallup/Getty Images

Nel 2013 circa tre utenti e mezzo su 100 hanno comprato uno smartphone motorizzato Windows Phone. I numeri sembrano ancora modesti, specie se confrontati con le percentuali bulgare di Android (80%). Ma c’è un dato su cui riflettere: quello creato da Microsoft è il sistema operativo col più alto tasso di crescita. Da un market share del 2,8% nel 2012 (dati combinati IDC/Gartner) la piattaforma del colosso californiano si appresta a toccare entro fine anno una quota pari al 3,6%, il che significa una crescita media (anno su anno) del 150%.

Con questo passo, Windows Phone ha già messo la freccia su BlackBerry, conquistando il terzo gradino del podio (dietro ad Android ed iOS). E c'è chi pensa che la scalata di Microsoft non finirà qui. In fondo Apple,  la seconda forza del mercato (con il 21% di market share), seppur molto distante, sta perdendo terreno: i dati IDC  relativi al terzo trimestre del 2013 parlano di un calo del 12.5%. Tanto che in alcune nazioni europee, Italia compresa , il sorpasso sarebbe già avvenuto.

Scrive l’esperto di sistemi Windows Paul Thurrott’s dalle pagine del suo sito: "Mentre l’iPhone sta affondando, Windows Phone è in crescita. E se questa tendenza continuerà, Windows Phone può raggiungere l'iPhone nei prossimi anni. Una possibilità che appena uno o due anni fa appariva fantascientifica".

IL SEGRETO DI UN SUCCESSO INATTESO
Dietro l’exploit di Windows Phone c’è sicuramente il buon lavoro fatto da Microsoft e dai produttori (in particolare Nokia) che hanno integrato il sistema operativo delle "piastrelle" a bordo dei propri terminali. Ma non bisogna dimenticare il ruolo degli sviluppatori. Il numero di applicazioni presenti su Windows Phone Store – da sempre il tallone d’Achile della proposta tascabile di Redmond – ha raggiunto e superato quota 200 mila. In valore assoluto siamo ancora lontani dalle cifre snocciolate dalla concorrenza (Android e Apple veleggiano sopra quota 1 milione) ma quel che è certo è che sono sempre di meno i “buchi” nell’offerta presente sul bazàr di Microsoft, soprattutto per ciò che riguarda le app più popolari. Negli ultimi sei mesi, solo per fare qualche esempio, Instagram, Vine, Waze, Asphalt 7, Temple Run sono diventati una realtà anche per i possessori di telefonini Windows.

MA DOVE SONO GLI AGGIORNAMENTI?
Di certo, se Microsoft ha ambizioni di un certo tipo dovrà in qualche modo rivedere il roll-out dei suoi aggiornamenti software. L’ultima main release di Windows Phone è datata fine 2012, ed è probabile che la nuova versione del sistema operativo (Windows Phone 8.1) non arrivi prima della prossima primavera. Su questo fronte la concorrenza sembra essere più attiva, più metodica (soprattutto nelle tempistiche di rilascio) e forse anche più comunicativa. Aggiornare sistema operativo – lo abbiamo scritto più volte – sta diventando una leva di fidelizzazione molto importante nel mercato degli smartphone. In fondo, un update ricco di novità (sia sul piano grafico che funzionale) ha la capacità, quasi magica, di cambiare faccia a un dispositivo, rendendolo praticamente nuovo. 

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti