Sony Xperia M4 IMG_6229
Smartphone & Tablet

Sony Xperia M4 Aqua: la classe media va in paradiso

Il prezzo sta nel mezzo, ma le prestazioni sono da top di gamma. Soprattutto sul fronte multimediale

Dal MWC di Barcellona 

Lo Z4, o qualsiasi sarà il nome del nuovo smartphone “top” di Sony, può attendere. Lo Z3 è ancora piuttosto giovane, e poi la casa giapponese ha altre priorità per il momento. Ad esempio tamponare l’offensiva cinese, ultimamente fattasi piuttosto aggressiva, soprattutto nella fascia fra i 300 e i 400 euro. È qui che la multinazionale di Tokyo vuole concentrare le sue forze, e lo si capisce in modo palese guardando il nuovo Sony Xperia M4 Aqua, probabilmente - anzi sicuramente - lo smartphone più interessante mai partorito da Sony per rapporto qualità-prezzo.

 

Non si potrebbe giudicare altrimenti un telefono da 299 euro che integra al suo interno una tale quantità di risorse pregiate, sia a livello hardware che software. Basta un primo rapidissimo sguardo del terminale per rendersene conto. Lo stile è quello degli inconfondibili modelli “premium” del produttore, come lo Z2 e lo Z3: il display da 5 pollici da un lato (1280 x 720 pixel la risoluzione), la cover effetto vetro dall'altro; nel mezzo un corpo ben bilanciato (136 grammi il peso complessivo) ed impermeabile, proprio come nella migliore tradizione Sony.

Dentro c'è un processore octa-core
Ma le sorprese sono soprattutto all’interno. Il nuovo Sony Xperia M4 Aqua si presenta infatti con un processore octa-core 64-bit di estrazione Qualcomm - lo Snapdragon 615, per gli amanti delle sigle - un'unità che ha potenza da vendere, sia sul piano delle prestazioni (la connettività 4G LTE è di serie) sia in termini di durata: si parla di due giorni di autonomia in regime di utilizzo misto, con la possibilità di arrivare a due settimane attivando l’ultra risparmio energetico previsto dalla modalità “Stamina”.

Foto e video in spolvero  
Le buone notizie non si fermano qui. Sony Xperia M4 Aqua ha ancora tanto da raccontare in tema di multimedialità, e in modo particolare sul fronte fotografico. I due obiettivi integrati, quello posteriore basato su un sensore da 13 megapixel (con apertura F2.0 e sensibilità fino a 3200) e quello anteriore da 5 megapixel (con obiettivo grandangolare da 88 gradi), rappresentano una garanzia in termini di velocità, risoluzione e luminosità. Gli scatti di prova che abbiamo potuto effettuare coi primi sample del terminale allo stand allestito da Sony al Mobile World Congress sono stati piuttosto confortanti: foto e video (Full HD) sembrano avere poco da invidiare a quelli sfornati da tanti altri smartphone di rango superiore.

Sony Xperia M4 IMG_6243

Sony Xperia M4 Aqua – Credits: Roberto Catania

Il resto arriva dal software, ovvero da tutte quelle piccole e grandi funzionalità create ad hoc per semplificare la vita del fotoamatore. Il sistema Superior Auto risolve perentoriamente qualsiasi dubbio di configurazione, rilevando automaticamente fino a 52 diverse tipologie di scenario, dal soggetto in penombra in ambiente indoor al ritratto in spiaggia in controluce; Sound Photo consente invece di aggiungere brevi clip alle fotografie; Movie Creator converte infine automaticamente le foto e le clip in presentazioni video da trenta secondi. Inevitabile l'omaggio agli amanti del genere selfie: oltre al già citato obiettivo grandangolare, Sony dedica loro anche un sistema di fotoritocco creativo (Portrait Retouch) per il condimento creativo degli autoscatti.

Sony Xperia M4 IMG_6248

Kazuo Hirai presidente e CEO di Sony presenta le novità della società al MWC di Barcellona – Credits: Roberto Catania

Sony Xperia M4 Aqua arriverà sul mercato entro la prossima primavera, già equipaggiato con l’ultima versione di Android (Lollipop 5.0). Compresa nel prezzo la sottoscrizione a Xperia Lounge Silver, il servizio che offre aggiornamenti app e software durante l’intero ciclo di vita del prodotto, e l’accesso ai film e alle serie Tv di Privilege Plus Movies.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti