Smartphone & Tablet

Samsung Galaxy S4: la recensione in anteprima

Le prime impressioni dal vivo: design, interfaccia utente, fotocamera, display e applicazioni. La rassegna di tutte le novità del nuovo smartphone coreano

Grazie alla disponibilità di Samsung Italia abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima il nuovissimo Samsung Galaxy S4. Molti gli spunti di interesse di questo nuovo smartphone che - con l'iPhone 5, l'Lg Optimus G, i Nokia Lumia 820 e 920, il BlackBerry Z10 e il Sony Xperia Z - sarà di certo uno dei dispositivi più desiderati di questo 2013.

Qui di seguito le nostre prime impressioni e l'analisi (video) delle funzionalità più interessanti nel racconto di Paolo Castellini, Product Manager divisione Telecom di Samsung Italia..

DIMENSIONI E DESIGN
Il passo in avanti rispetto al Galaxy S3 è più evidente dal vivo che in fotografia. Pur senza stravolgere il look di famiglia, Samsung è infatti riuscita a migliorare l’impatto complessivo del terminale, sia sul piano estetico che su quello qualitativo e funzionale. Il display è stato maggiorato (la diagonale sale da 4,8 a 5 pollici) ma senza che ciò si ripercuotesse negativamente su dimensioni e peso. Anzi, il nuovo Galaxy S4 risulta persino può leggero e sottile del suo predecessore. Decisamente positiva anche la sensazione al tatto: pur facendo ampio uso di plastiche, il Galaxy S4 trasmette una sensazione di solidità all’impugnatura.

DISPLAY
C’è davvero di che stropicciarsi gli occhi. Lo schermo Super Amoled del Samsung Galaxy S4 è uno dei più nitidi e brillanti della categoria, davvero una goduria per i cultori dell’alta definizione. Samsung ha inoltre introdotto la funzione Alta sensibilità allo sfioramento che di fatto migliora l’interazione con il touch screen, rendendolo sensibile anche all’utilizzo coi guanti.

INTERFACCIA UTENTE
Come da tradizione, Android è stato opportunamente modificato mediante la customizzazione TouchWiz. In alcuni casi il numero di setting appare addirittura esagerato, ma nel complesso l’utente sa di poter sempre personalizzare a piacere ogni singola voce del suo smartphone.

Oltre al sistema di stand-by intelligente, già introdotto sul Galaxy S3, Samsung porta al debutto alcune interessanti novità dal punto di vista dell’interazione intelligente. La più interessante è sicuramente Air View, una feature che di fatto permette di controllare il telefono nelle sue funzioni principali attraverso gesture “volanti”, senza cioè contatto fisico fra le mani e il display (il che può tornare utile in macchina o in tutti quei particolari contesti nei quali non è propriamente consigliabile mettere le mani sul display, ad esempio in spiaggia o in cucina).

Meno utili, ma non per questo meno interessanti, le due funzioni a tracciamento degli occhi – Smart Stay e Smart Scroll – che permettono di mettere in pausa e riavviare la riproduzione di un video o di far scorrere automaticamente le pagine con la sola "imposizione" dello sguardo. Il tracking funziona (il risultato del nostro test è andato oltre le nostre aspettative), purché si abbia l'accortezza di posizionarsi a una distanza opportuna dallo schermo.

FOTOCAMERA
Ciò che sorprende di più non è la risoluzione (perlatro notevole, 13 megapixel) ma la straordinaria quantità di risorse a disposizione per il fotoamatore, tutte opportunamente confezionate per essere pronte all’uso. Oltre alle configurazioni tradizionali il Galaxy S4 incorpora infatti un pratico menu a carosello dal quale è possibile selezionare l'intera modalità di scatto: dalla foto in notturna a quella con audio incorporato, dal miglioramento del volto e della foto al cosddetto scatto animato.

Da sottolineare, inoltre la possibilità di effettuare uno scatto "fronte e retro" utilizzando, in aggiunta all'obiettivo posteriore, anche quello anteriore da 2 megapixel: il risultato finale sarà una foto "doppia", con un'immagine a tutto schermo e una miniatura in sovraimpressione.

APPLICAZIONI
Il Samsung Galaxy S4 esce dalla fabbrica con già numerosi applicativi installati di default, alcuni dei quali in via esclusiva. Ce n'è davvero per tutti i gusti: dal sistema multi-speaker per la condivisione dell'audio (Group Play) al traduttore simultaneo in nove lingue (in modalità vocale, per il momento, l'italiano funziona solo con l'inglese), dagli album personalizzati per l'organizzazione delle foto alla rinnovata interfaccia vocale (S-Drive) per il supporto nella guida. Da sottolineare l'ingresso nella suite Samsung di S-Health, un sistema integrato per il fitness e la gestione dell'allenamento che può interfacciarsi con alcuni accessori (bilance, cardiofrequenzimetri) venduti separatamente.

CONCLUSIONI
Nel complesso il Samsung Galaxy S4 non delude le aspettative: per qualità del display, maneggevolezza e - soprattutto - numero di applicazioni esclusive Samsung può dire di essersi superata. Certo, non tutte le funzionalità sono adatte all'uso corrente (pensiamo ad esempio a Smart Stay e Smart Scroll), ma in un'ottica di mera innovazione il terminale ha sicuramente qualcosa da dire. Anche per questo, il prezzo (elevato, visto che parliamo di 699 euro) appare giustificato.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Samsung Galaxy S4, ora è lui lo smartphone da battere

È grande, ricco di funzionalità intelligenti e si comanda persino con gli occhi: così il nuovo portacolori della casa coreana si candida a diventare il prossimo trend setter del mercato. Come risponderà Apple?

Commenti