Nexus-9-IMG_5331 (Large)
Smartphone & Tablet

Nexus 9, la video-prova

Il tablet sviluppato da HTC per Google ai raggi X. Focus sulle prestazioni hardware e sulla nuova versione di Android, Lollipop

Nexus 9, il nuovo tablet di Google è - da ieri - ufficialmente sul mercato. Finita la fase di pre-ordini, Il dispositivo può essere acquistato su Google Play Store a un prezzo di 389 euro (Nexus 9 solo Wi-Fi 16 GB) e di 479 euro (Nexus 9 32 GB).

Dopo avervi svelato nel dettaglio le caratteristiche salienti, ci concentriamo oggi sull’esperienza d’uso. Un esemplare di pre-produzione concessoci da HTC (il produttore che ha realizzato fattivamente il tablet) ci ha permesso di ricavare le prime impressioni, sia per quanto riguarda la dotazione hardware, sia per ciò che concerne la parte software, affidata nella fattispecie a Lollipop, la nuova release di Android. 

 

Design
Sul piano prettamente estetico, non ci sono rivoluzioni. Il form factor è quello tipico delle tavolette touch nate sotto il segno dell’iPad, ma bisogna dare merito ad HTC di aver cercato (e trovato) un perfetto equilibrio fra dimensioni e maneggevolezza. Con i suoi 9 pollici, il Nexus 9 è insomma il tablet perfetto per chi vuole avere un’esperienza di visione senza compromessi ma anche una buona portabilità: il tablet, di fatto, si può tenere anche a una mano. Buono, nel complesso, il giudizio complessivo sulla qualità costruttiva del dispositivo. Nonostante una prevalenza di plastiche, l’impiego di componenti “soft” rende decisamente piacevole il feeling al tatto.

Display e Hardware
Nexus 9 ha un cuore Nvidia e più precisamente un chipset Tegra K1 Dual Denver a 64-bit con frequenza a 2.3 GHz e 2 “Giga” di RAM a corredo. Si tratta di un’unità molto potente, soprattutto quando si tratta di far girare applicazioni di un certo peso (vedi giochi): il nostro test su Asphalt 8 è stato "passato" in maniera brillante.
Capitolo display. Pur senza raggiungere i picchi di alcuni recenti tablet Android (come il Galaxy Tab S o il Kindle Fire HDX) lo schermo da 9 pollici del Nexus 9 offre tutto ciò che serve per garantire un’esperienza di visione al passo coi tempi. È vero, si poteva osare qualcosa di più in termini di risoluzione (2048 x 1536 pixel spalmati su uno schermo da 9 pollici danno una densità media di 281 pixel per indice), ma per luminosità, colori e angolo di visuale il pannello Lcd non c’è nulla di che lamentarsi.

Fotocamera e multimedialità
Il Nexus 9 integra due fotocamere, una posteriore da 8 Megapixel e una seconda, frontale, da 1,9 Megapixel. Un breve test in ambiente indoor non è purtroppo sufficiente per offrire indicazioni attendibili; tuttavia si può certamente dire che il divario fra i due obiettivi sia ancora piuttosto marcato: mentre le foto scattate con l’obiettivo principale appaiono più che decorose, i selfies non sono sembrati all’altezza della situazione, probabilmente per una certa difficoltà del sensore frontale ad adattarsi alle luci basse.
Molto più convincente il lavoro svolto sulla parte audio del terminale. La presenza di un sistema di altoparlanti BoomSound (autentico marchio di fabbrica di HTC) garantisce una resa sonora al di sopra della media. Basta avviare la riproduzione di una qualsiasi traccia musicale e alzare "a manetta" per percepire la differenza rispetto al vecchio Nexus 7.

Software
Il Nexus 9 è - con il Nexus 6 - il primo dispositivo equipaggiato con l’ultimissima versione di Android, Lollipop. E questo non è un benefit da poco. Pur senza rivoluzionare l’esperienza d’uso nel suo complesso, la nuova release del robottino verde appare infatti decisamente più godibile della sua progenitrice (Kit Kat). Innanzitutto perché è più bella esteticamente: il nuovo look basato sul cosiddetto Material Design dona grazia e uniformità alle icone e all’intera interfaccia utente. Ci sono poi tutta una serie di nuove funzionalità più o meno interessanti. Fra queste vale la pena segnalare il nuovo sistema di notifiche attive nella schermata di blocco e la possibilità di gestire gli alert in base alla loro importanza (ad esempio posizionando le email in cima e gli aggiornamenti delle app in basso). Per quello che ci è stato possibile osservare, anche la fluidità sembra guadagnarci. Le applicazioni si aprono in maniera piuttosto rapida, le animazioni sembrano essere più efficaci, il multitasking decisamente potente. Che sia merito solo di Google o del connubio fra sistema operativo e processore lo scopriremo nei prossimi mesi, con l’uscita dei nuovi dispositivi motorizzati Lollipop.


Conclusioni
Ci sono almeno tre buoni motivi per considerare il nuovo Nexus 9 il miglior tablet Android oggi in commercio: la presenza dell’ultima versione di Android (Lollipop), le prestazioni brucianti del nuovo chipset Nvida e il sistema di altoparlanti BoomSound. D’altro canto, la mancanza dei sussidi di Google rischia di abbassare l’indice di gradimento del tablet, soprattutto fra gli aficionados del marchio. A conti fatti, il prezzo del Nexus 9 risulta praticamente allineato a quello dei tablet della concorrenza. E in un contesto di questo tipo, ormai lo sappiamo, la fedeltà al brand e soprattutto al sistema operativo diventano i veri driver d’acquisto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti