Smartphone & Tablet

Nexus 5 contro Moto G: qual è il miglior low-cost Android?

Due smartphone Google-based a un prezzo davvero stracciato: ma sotto il cofano le differenze non sono così trascurabili

Un duello in famiglia, rigorosamente all'ultimo cent. Quella fra Nexus 5 e il nuovissimo Motorola Moto G è la sfida che tutti gli utenti Android hanno sempre sognato. Due terminali nati per precisa volontà di Google (uno per rimpolpare la sua vetrina di dispositivi del Play Store, l'altro per rivitalizzare il brand Motorola all'indomani della sua acquisizione) offerti a un prezzo a dir poco allettante: 349 euro per il Nexus 5, 249 euro per il Moto G (in promozione al debutto a 199 euro). La classe media, è proprio il caso di dirlo, va in paradiso.

Ma - prezzo a parte - in cosa differiscono i due modelli? E soprattutto, quale fra i due rappresenta il miglior investimento dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo? Proveremo a spiegarvelo qui di seguito.

ESTETICA
Di fronte abbiamo due terminali full-touch di taglia "large": 5 pollici per il Nexus 5, 4,5 pollici per il Moto G. Sul piano puramente stilistico, però, il Moto G sembra avere una marcia in più. Rispetto all'ingessatissimo Nexus 5, il nuovo Android-phone di Motorola si presenta infatti con un’aria decisamente più sbarazzina: le sette cover colorate e le 19 personalizzazioni rappresentano forse uno dei principali valori aggiunti del telefono, che in questo modo cerca di aggraziarsi le simpatie del pubblico più giovane.

DISPLAY
Detto già delle dimensioni, vale la pena spendere due parole sul specifiche tecniche degli schermi presenti sui due terminali. Il Nexus 5 mette sul piatto un eccellente pannello full Hd (1920 x 1080 pixel) con una risoluzione complessiva di 445 PPI. Più modesto il pedigree del Moto G, che si accontenta di una risoluzione di 1280 x 720 pixel; tuttavia, considerata la diagonale più ristretta, il portacolori di Motorola può offrire una densità più che decorosa: 326 PPI, a conti fatti la stessa del nuovo iPhone 5S.

PRESTAZIONI
Lo stesso discorso fatto per il display può essere esteso anche sul fronte delle prestazioni. Mentre il Nexus 5 rappresenta lo stato dell’arte della dotazione hardware (processore quad core da 2260 MHz, 2 giga di RAM, 16 GB di memoria fisica, fotocamera da 8 megapixel con stabilizzatore ottico e funzionalità video a 1080p), il Moto G si ferma un gradino sotto: chipset dual-core, 1 GB di RAM, fotocamera da 5 megapixel (con funzionalità video da 720p). Ma il vero punto debole del terminale è forse la sua memoria: solo 8 giga di spazio, peraltro non espandibili. Pari e patta invece sull’autonomia: il Nexus 5 può vantare un pizzico di capacità in più (2300 contro i 2070 mAh del Moto G) ma deve alimentare un display più grande e un processore più energivoro.

SOFTWARE
Entrambi i modelli, come detto, sono equipaggiati con Android. Solo il Nexus 5, però, arriva con l’ultimissima versione del sistema operativo del robottino verde (Kit Kat) già preinstallata di serie. Motorola opta invece per il più collaudato Jelly Bean (Android 4.3) nell’attesa che Google provveda al rilascio dell’upgrade (probabilmente per inizio 2014). In più ci sono 50 GB di spazio gratuito per due anni su Drive, il servizio cloud di Mountain View.

CONCLUSIONI
Fra i due terminali ci sono 100 euro di differenza ma sul piano delle prestazioni il divario è sicuramente più marcato. Mentre il Nexus 5 può essere considerato un vero top di gamma (paragonabile dunque all’iPhone 5S, al Samsung Galaxy S4 e a tutti gli altri big del settore), il Motorola Moto G è un più comune smartphone di fascia media. L'ultimogenito di Motorola ha però dalla sua un design molto più convincente, qualcosa che potrebbe colpire al cuore almeno due grandi categorie di utenti: le donne e i giovanissimi.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti