Apple Force Touch
Smartphone & Tablet

Il prossimo iPhone avrà il Force Touch. Ecco cosa significa

L'aggiornamento ad iOS 9 farà del futuro Melafonino un dispositivo che potrà essere toccato con differenti livelli di pressione. Proprio come il Watch

C’è una tecnologia che da una anno a questa parte sta permeando tutte le ultime novità Apple. Si chiama Force Touch ed è secondo alcuni la più grande innovazione mai apparsa nel mondo delle interfacce uomo-macchina dall’invenzione del bottone destro del mouse.

Per dirla senza troppi arzigogoli, Force Touch è una tecnologia che trasforma un comune touch screen in uno schermo dinamico, capace cioè di recepire il differente livello di pressione delle dita. A cosa serve tutto questo? Semplice, ad aumentare lo spettro delle interazioni tattili. Su un dispositivo dotato di tecnologia Force Touch - come l’Apple Watch o gli ultimi Mac - è possibile ad esempio regolare la velocità di riproduzione di un video, vedere l’anteprima di un file, richiedere il significato o la traduzione di una parola sottolineata e molto altro ancora, pigiando sullo schermo in modo più o meno deciso.

Leggi come funziona Force Touch


Ebbene, secondo le ultime indiscrezioni riportate dall’affidabile 9to5Mac, il prossimo iPhone 6S sarà il primo telefono della Mela dotato di questa tecnologia. Secondo la fonte, i tecnici di Cupertino stanno lavorando per completare l’aggiornamento entro il mese di settembre, il che presuppone un upgrade sia lato hardware che software. Sotto questo aspetto, si attende perciò un revisione completa del prossimo sistema operativo (iOS 9) proprio sulla base delle specifiche richieste da Force Touch.

Se confermata, la notizia potrebbe aver un impatto piuttosto importante sul futuro del mondo iPhone. L’ingresso di Force Touch nel kit di sviluppo di Apple permetterà infatti a tutti i programmatori di creare una nuova generazione di applicazioni (e giochi) più varia e più ricca dell'attuale.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti