Apple iTunes
Smartphone & Tablet

Apple raddoppia lo spazio per le app. Cosa cambia per gli utenti

Da 2 a 4 GB: sui dispositivi iOS si vedranno giochi e applicazioni più ricche. Ma chi ha un iPhone o un iPad da 16 GB dovrà prestare attenzione

C’è un app per ogni cosa, purché si rispettino le regole. Le policy di Apple per gli sviluppatori di applicazioni, ormai è noto, sono abbastanza severe. Ci sono norme di carattere etico - i contenuti violenti o a luci rosse, ad esempio, non sono accettati - ed altre più tecniche, come quelle che riguardano l’interfaccia utente, le estensioni, le funzioni di localizzazione e l’informativa sulla privacy.

Ci sono limitazioni anche per quanto riguarda lo spazio massimo disponibile per ogni app. Fino a ieri, di fatto, qualsiasi titolo transitante su iTunes, non poteva superare i 2 GB complessivi. Da oggi però si cambia. Apple ha infatti deciso di allentare la cinghia, raddoppiando la capacità a 4 GB.

La decisione sembra essere la naturale conseguenza di un percorso che ha portato i dispositivi iOS ad essere sempre più spinti, soprattutto sul fronte multimediale. Gli iPhone e gli iPad di oggi hanno processori e display molto più potenti rispetto a quelli di qualche anno fa, e questo naturalmente consente agli sviluppatori - soprattutto di giochi - di proporre titoli sempre più ricchi. E se in passato lo spazio disponibile rappresentava un paletto troppo stringente per i contenuti più "pesanti" (giochi come Final Fantasy VII non hanno mai visto la luce proprio per questo motivo), il nuovo limite dei 4GB dovrebbe garantire maggiore libertà, soprattutto sul fronte grafico e multimediale.

Per gli utenti tutto ciò si tradurrà nella possibilità di godere di applicazioni sempre più evolute, purché ovviamente si disponga di dispositivi sufficientemente capienti. Per i possessori di iPhone, iPad e iPod da 16 GB, le applicazioni da 4 GB rischiano infatti di essere un sogno proibito: a conti fatti, bastano 4 titoli pesanti per saturare la memoria.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Non tutto si trova sull’App Store

Tre studenti di una facoltà di design hanno creato un adesivo da appiccicare su tutte le cose del mondo reale che nessuna applicazione potrà mai replicare

Commenti