Smartphone & Tablet

Nuovo iPhone, Apple brucia le tappe

Il prossimo Melafonino sarebbe già in costruzione per essere sul mercato prima dell’estate. Poi sarà la volta di un secondo modello – più economico nei materiali e nelle funzioni – destinato al mid-market

EPA/HOW HWEE YOUNG

L’uscita del nuovo Samsung Galaxy S4 sembra aver smosso le acque in casa Apple. Secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal , a Cupertino i tempi sarebbero già maturi per l’uscita di un nuovo iPhone: un terminale simile nelle dimensioni e nella forma all’attuale modello ma profondamente diverso all’interno,

Fonti vicine alla società parlano di un annuncio ufficiale già prima dell’estate, una scadenza anticipata rispetto al ciclo di vita medio dei prodotti della Mela, che è di circa 1 anno (l’iPhone 5, lo ricordiamo, è stato presentato a settembre 2012).

Difficile dire, ad oggi, quali sono le migliorie sulle quali Apple si sta concentrando. Di certo, il prossimo iPhone integrerà iOS  7.0, una versione completamente rinnovata del sistema operativo che “anima” i dispositivi tascabili Made in Cupertino. E sulla quale l’imprimatur di Jonathan Ive – braccio destro di Steve Jobs, oggi a capo del design (anche quello software) di Apple - sarà decisamente più forte che in passato. Il nuovo OS, sottolinea in un altro articolo il'autorevole testata americana, sarebbe decisamente più semplice e più essenziale di quello attuale.

Parallelamente, Apple starebbe lavorando a una seconda versione di iPhone destinata al mid-market: un Melafonino sempre da 4 pollici ma con uno chassis di qualità inferiore rispetto al modello di punta. L’uscita di questo secondo modello - che potremmo (impropriamente) definire iPhone low-cost - sarebbe successiva a quella dell’iPhone 6 (o 5s che sia), ma comunque entro la fine del 2013.

L’obiettivo del duplice piano di rinnovamento resta ovviamente il rilancio della competitività nel settore della telefonia mobile, un segmento nel quale Apple detiene una quota dell’8,6% a livello mondiale (fonte Strategy Analytics anno 2012), circa un terzo della fetta di Samsung, leader mondiale con il 25% di market share. Di ben altro tenore le performance della società dal punto di vista del profitto, che nel 2012 sono stati pari a circa due terzi dell'intero mercato.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti