Smartphone & Tablet

Apple si compra Cue, un’altra app per competere con Google (Now)

L’acquisizione (data ormai per certa) è solo l’ultima di una serie di operazioni che fanno pensare all’avvento di una nuova feature in grado di anticipare le ricerche degli utenti

C’è chi lo considera il futuro della ricerca online e chi invece ne preconizza la fine in tempi piuttosto rapidi. Comunque la si voglia vedere, Google Now è indiscutibilmente una delle applicazioni più ambiziose che popolano i nostri smartphone. Lo dimostra, fra le altre cose, l’interesse con cui anche la concorrenza ne sta seguendo le evoluzioni.

Prendiamo Apple ad esempio. La società di Tim Cook sta effettuando tutta una serie di operazioni sul mercato per arricchire il suo team con competenze molto simili a quelle che stanno permettendo a Google di solcare la strada del cosiddetta assistenza personale intelligente. L’ultima in ordine di tempo è quella di Cue, società che ha creato un’omonima applicazione per distillare le informazioni provenienti da email, contatti e calendario in una sorta di panoramica predittiva degli eventi futuri.

L’acquisizione, che a onor del vero non è stata ancora ufficializzata da Cupertino, potrebbe aprire le porte all’ingresso in iOS 7 di una nuova funzione alla Google Now in grado di anticipare le ricerche degli utenti aggregando dati di valore: numeri di telefono, indirizzi, biglietti, ricevute, file, nonché informazioni provenienti da social network e servizi web (come Facebook, Dropbox, Twitter, Reddit).

In che modo non è dato sapere, ma l’ìpotesi più accreditata fra media e addetti ai lavori è quella di una feature incorporata all’interno della sezione “Oggi” del nuovo Centro Notifiche.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti