Smartphone & Tablet

Apple ecco CarPlay: così l’iPhone farà irruzione sul cruscotto dell’auto

La società di Cupertino annuncia il suo personalissimo programma per l’integrazione completa di iOS a bordo auto. Le prime vetture iPhone-centriche (firmate Ferrari, Mercedes-Benz e Volvo) le vedremo già questa settimana al Motor Show di Ginevra 

Apple CarPlay

– Credits: Apple

Le connessioni Bluetooth, i vivavoce e i comandi vocali come li abbiamo visti finora appartengono già al passato. Prepariamoci alla rivoluzione, quella vera. Quella con cui i telefonini intelligenti faranno irruzione sulle nostre auto; trasformando, in maniera radicale, la nostra esperienza al volante.

Non stiamo parlando di tecnologie futuribili come quelle che ci permetteranno – almeno così si dice – di salire a bordo di macchine che si guidano da sole. No, in gioco c’è qualcosa di meno avveniristico ma non per questo meno stuzzicante: l’integrazione fra dispositivi mobili e l’intelligenza a bordo auto. Un futuro che per Apple è già realtà come dimostra l’annuncio di CarPlay, il programma con cui Cupertino porterà il mondo iPhone sul cruscotto delle nostre vetture.

Per capire di cosa si tratta è sufficiente dare un’occhiata alla pagina ufficiale con cui la società americana spiega l’iniziativa: “Disponibile su alcuni modelli di auto selezionati a partire dal 2014, CarPlay è un modo più smart e più sicuro di usare l’iPhone in automobile. Un sistema che porta ciò che fai con il tuo iPhone durante la guida direttamente sul tuo cruscotto: seguire indicazioni stradali, effettuare telefonate, mandare e ricevere messaggi, ascoltare musica".

Apple dunque è pronta a dare alle case automobilistiche (si comincia con Ferrari, Mercedes e Volvo, per poi continuare con BMW Group, Ford, General Motors, Honda, Hyundai Motor Company, Jaguar Land Rover, Kia Motors, Mitsubishi Motors, Nissan Motor Company, PSA Peugeot Citroën, Subaru, Suzuki e Toyota Motor Corp) qualcosa di più di un semplice collegamento Bluetooth. L’obiettivo di CarPlay è infatti quello di trasformare il cruscotto dell’auto nel second screen dell’iPhone, con tutte o quasi le funzioni del telefono replicate sul grande schermo. Ecco perché nel bel mezzo della plancia dei modelli che offriranno il supporto a CarPlay ci sarà spazio per un touch screen di ultima generazione in grado di garantire l’accesso diretto a tutti i principali menu dell’iPhone - dal menu chiamate a quello degli Sms, dalle mappe alla musica (sia attraverso il lettore integrato che mediante applicazioni di terze parti come Spotify e iHeartRadio) – come fosse una normale sessione di navigazione su un dispositivo iOS.

CarPlay_Honda_Map_low-copia_emb8.png

Parte centrale dell'esperienza CarPlay sarà ovviamente Siri, completamente integrato a bordo vettura per consentire agli automobilisti di dettare messaggi, leggere email, avere indicazioni stradali e aprire applicazioni senza bisogno di staccare le mani dal volante. Sarà sufficiente premere il tasto dei comandi vocali per dialogare con l’assistente virtuale di Apple e avere, direttamente dalla sua voce, tutte le informazioni richieste.

Le prime vetture CarPlay-compatibili saranno mostrate questa settimana la salone Motor-Show di Ginevra. Nulla si sa, per il momento, su un'eventuale adattabilità della soluzione sulle vetture già in commercio.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti