Smartphone & Tablet

Android Wear: Google lancia il sistema operativo per smartwatch

Il progetto di Mountain View per i cosiddetti "indossabili": LG, Motorola e Samsung ci stanno già lavorando

– Credits: Ecco uno smatwatch con Android Wear dal video di presentazione di Google

“Le informazioni si muovono con te”. È questo uno dei claim che Google ha deciso di utilizzare per promuovere il suo sbarco nel mondo della tecnologia indossabile, o meglio dei “wearable”. La società ha presentato ieri, direttamente dal suo blog , il progetto Android Wear, una versione del noto sistema operativo per smartphone e tablet pensata specificamente per gadget hi-tech da portarsi dietro, come gli smartwatch. All’interno del post si può prendere una prima visione di ciò che sarà l’orologio iperconnesso di Google: un concentrato di tecnologica davvero niente male.

L’annuncio di Google è l’ennesima conferma della necessità, per i brand del settore, di dover tastare altre vie oltre agli smartphone e i tablet dove le novità stentano ad arrivare. Diversi esteticamente e a livello di funzioni, gli smartwatch “Powered by Android Wear” si apprestano a dare una bella scossa al mercato. Il primo produttore a mostrare il suo primo smartwatch è Motorola, il cui prodotto compare sia nel video di promozione della piattaforma di sivluppo di Wear che in alcune foto.

 

Già da questo primo video si capisce tutta la potenzialità della piattaforma. Siamo dinanzi ad un prodotto che vive di vita propria. A differenza della concorrenza, come il Galaxy Gear, la possibilità di connettere l’orologio allo smartphone non è una vera e propria necessità, quanto un’aggiunta al suo utilizzo. Certo, connettendo l’orologio ad un device per sfruttare la connessione porta il potenziale molto in alto ma già di per sé l'oggetto può sfruttare funzioni interessanti e offline, come il calendario, il lettore musicale, foto e video.

Controllare le mail, i contatti su Google+ e ascoltare musica sarà semplice come farlo sullo smartphone, con il vantaggio di avere tutto a portata di polso. Secondo l’azienda, una delle novità è la possibilità di utilizzare la voce per impartire comandi all’orologio, grazie all’integrazione con Google Now. Sempre grazie al pairing con un device Android, l’orologio invierà notifiche prese dalle app installate su tablet e smartphone per mostrarle sul display dello smartwatch, oltre a rimandi del calendario, SMS e chat.

Google ha deciso di lavorare molto anche sul design. Per questo l’obiettivo non sarà solo quello di rilasciare la piattaforma di sviluppo alle aziende produttrici ma di sedersi fianco a fianco per capire come rendere visivamente vincente Android Wear. Oltre alla già citata Motorola, il cui smartwatch sarà molto simile a quello con il quadrante circolare che si vede in video, Big G ha rivelato di essere già in contatto con Samsung, HTC, Asus ed LG di cui si conosce già il nome del prodotto: G Watch che sarà in vendita entro giugno di quest’anno.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti