Sicurezza

McAfee acquista Stonesoft per combattere gli hacker

Si è conclusa l'operazione che ha portato l'azienda finlandese specializzata in firewall nel regno di McAfee. Ecco le parole di Emilio Turani

Credits: uıɐɾ ʞ ʇɐɯɐs, Flickr

Quando l'8 luglio Stonesoft Oyi ha annunciato il suo acquisto da parte di McAfee non molti ne avevano capito l'importanza. Eppure il sodalizio rappresenta un punto di non ritorno nel panorama della sicurezza digitale. McAfee, specialista di sicurezza di Intel, ha annunciato la mossa di acquisizione come volontà di espandere la propria linea di prodotti verso il panorama cloud-based e integrare i servizi antivirus per i quali è già ben conosciuta. L'accordo arriva in un momento in cui i PC devono dividersi il panorama computing con categorie rampanti come tablet e smartphone che portano nuove informazioni peregrine per la rete, possibili obiettivi di hacker e criminali informatici.

"Con la nostra architettura e scalabilità - ci dice Emilio Turani, Country Manager Italia, Grecia, Turchia e Svizzera di Stonesoft - ci affacciamo ad un mercato nuovo che non ci fa paura anzi, ci permetterà di rivolgerci ad un più ampio pubblico che necessita di sicurezza, non solo in ambito aziendale e business". I clienti di Stonesoft comprendono rivenditori, società di servizi, banche, governi; insomma tutta gente che ha bisogno di sicurezza in un duplice significato: sicurezza della rete e certezza di potersi affidare a dei professionisti.

"E' pur vero - dice Turani - che la stessa McAfee ha deciso investire nella tecnologia di firewall di nuova generazione. Queste soluzioni anticipano le esigenze dei clienti in un panorama dove le minacce sono in continua evoluzione". Non è un caso che sia stata proprio Stonesoft, anni fa, ad evidenziare il trend degli attacchi AET (Advanced prima che diventassero pubblici. Questo accordo arriva due mesi dopo che McAfee ha annunciato di aver acquistato ValidEdge da LynuxWorks per rinforzare i propri servizi di rilevamento malware. Stonesoft può rappresentare il futuro della sicurezza informatica, ma attualmente i risultati sono ambigui. Per il primo trimestre del 2013 le vendite nette sono state pari a 9,2 milioni di euro in crescita del 12% rispetto allo scorso anno, ma ha anche registrato una perdita per azione di 0,03 centesimi di euro in ribasso di 0,02 centesimi di euro rispetto ad un anno fa. Il team di Stonesoft diventerà parte della Business Unit Network Security guidata da Pat Calhoun con Juha Kivikoski di Stonesoft che dovrà rispondere a Steve Redmaw, EVP of Global Sales di McAfee.

© Riproduzione Riservata

Commenti