Sicurezza

Cybercrimini: il dizionario del web pirata

Da Backdoor a Trojan le parole che ci spiegano i crimini in rete

Backdoor È un accesso nascosto, una «porta sul retro» spesso aperta da un software contenente un virus (malware), che consente a un hacker di entrare in un sistema o in un computer all’insaputa del proprietario.

Botnet illegale Fusione delle parole «robot» e «network»: identifica una rete di computer infettati, «zombie», controllabili da un unico soggetto.

Click fraud Frode informatica che induce un utente o una rete di computer ad aprire con l’inganno un link, per esempio un banner pubblicitario, o a cliccare in massa «mi piace» su una pagina Facebook.

Cracker È la versione criminale dell’hacker. Sfrutta le competenze in ambito informatico per trarne profitti e vantaggi in modo illecito.

DDOS Abbreviazione di «Distributed Denial of Service», identifica un massiccio attacco informatico realizzato tramite una botnet. Un effetto tipico è rendere inaccessibile un sito web destinatario dell’attacco.

Hacker Esperto di computer capace di aggirare i sistemi di sicurezza informatica e di entrare nei sistemi di enti, aziende, istituzioni o semplici utenti. Non necessariamente ne trae un beneficio personale.

Keylogger Programma invisibile che rileva e conserva tutto ciò che viene digitato su un pc o uno smartphone. Può anche trasmettere le informazioni spiate a un altro computer a intervalli regolari.

Malware Fusione di «malicious» e «software», identifica tutti i programmi creati allo scopo di danneggiare o infettare uno o più computer.

Phishing Truffa realizzata di regola via email da mittenti malintenzionati che fingono di essere banche, siti di e-commerce o quotati fornitori di servizi online, spesso imitandone i loghi. Lo scopo è ottenere password o numeri della carta di credito dai destinatari dei messaggi.

Trojan Come il famoso cavallo di Troia di Ulisse, è una trappola: ovvero un programma nascosto in software o in altri contenuti (film, foto, giochi) che l’utente apre infettando il suo pc a sua insaputa.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Hacker, come fanno a sapere tutto di noi

Non ci sono solo i cracker siriani che fanno crollare Wall Street con un tweet. La sicurezza è sempre sotto attacco. Kit per diventare pirati fai da te oggi sono facilmente reperibili in Rete a prezzi stracciati. E ancor più facile è assoldare un «bandito» che per pochi euro viola mail e social network. Anche se il loro alleato migliore è sempre la nostra ingenuità.

Il Grande fratello antiterrorismo

Migliaia di telecamere gestite da supercomputer: riconoscono i volti, trovano i ricercati in mezzo alla folla, analizzano e interpretano i comportamenti umani. Viaggio nella tecnologia che permetterà di individuare in tempo reale attentatori come i due fratelli di Boston. E nello Utah un centro ultrasegreto spierà tutto il mondo. Per catturare terroristi prima che entrino in azione. In stile «Minority report».

Commenti