Reflex

Samsung: un giorno in compagnia della NX 300

Vi racconto di come una persona assolutamente inesperta, sia riuscita a utilizzare la nuova Compact System Camera NX300 di Samsung. E ad apprezzarla.

NX 300 di Samsung

Lo confesso: fino a oggi, avevo sempre usato solo le compatte digitali. Con impostata la funzione: Auto.

Quindi ero il soggetto giusto per provare a utilizzare questa nuova macchina fotografica che rappresenta un notevole salto di qualità rispetto a una compatta, con performance assolutamente professionali.

La paura di scattare con la funzione manuale è durata poco: la macchina stessa ti aiuta a capire l’effetto che potresti ottenere variando i diversi parametri. E te lo visualizza direttamente sullo schermo.

Dopo le prime foto, ho iniziato quindi a sbizzarrirmi: aperture del diaframma, zoomate varie, variazioni di esposizione…

Inoltre la NX300 dispone anche della funzione i-Function che permette di modificare i parametri di scatto (come la velocità dell'otturatore, il tempo di posa, il valore dell'esposizione, la sensibilità ISO e il bilanciamento del bianco) direttamente dalle ottiche, sistemando l’immagine senza dover distogliere l’inquadratura dal soggetto che si sta fotografando. E per una principiante, è il massimo!

Lo schermo Amoled touch screen, da 3,31 pollici (84 mm), poi, si può inclinare e permette di catturare i propri ricordi da qualunque angolazione e altezza, rendendo gli scatti semplici e immediati.

Questo, per esempio, ti consente di far riprese sul soffitto (vedi quello della cupola del Duomo di Firenze qui sotto) senza dover sforzare il collo. E tutto ti risulta più semplice.

Dettaglio-Cupola_emb8.jpg

La macchina si gira e tu guardi l’inquadratura inclinando lo schermo: davvero comodo!

Ed  è anche una Smart Camera, dotata di Wi-fi: condividere i  contenuti è immediato, basta scaricare la Samsung SMART Camera App, sia per Android che per iOS, sul proprio smartphone/tablet e creare così una connessione ad hoc tra i vari device e la fotocamera.

Le proprie immagini appariranno così in tempo reale sul proprio smartphone/tablet e potranno anche essere postate sui diversi social.

Inoltre è in grado di girare video 1080p in Full HD  e in 3D.

Non guasta il design retrò proposto in bianco (la mia preferita) o nero.

Certo, un giorno non è abbastanza per sperimentare tutte le qualità di questa macchina, ma è sufficiente per capire che anche una come me, cioè priva di basi tecniche, può andare oltre la compatta e ottenere risultanti più che soddisfacenti.

Alla fine questa esperienza mi ha davvero soddisfatto e mi ha fatto venir voglia di continuare.

La cosa è iniziata un po’ per gioco ma ora mi rendo conto di ciò che mi sono persa fino adesso, accontentandomi di foto normali e non osando sperimentare per via della mia ignoranza sull’argomento.

Ma grazie a questi nuovi prodotti, è la macchina stessa a seguirti passo dopo passo e a “insegnarti” i segreti della luce e di come catturare al meglio un’immagine.

Certo, per le inquadrature non esiste nessuno che possa aiutarci. Ma con l’esperienza si può arrivare a cogliere il meglio di ogni situazione e a documentarlo.

L’importante, come mi ha spiegato un grande fotografo (Stefano Guindani ), è non avere mai fretta. Aspettare il momento giusto.

E poi scattare.

Michelangelo_emb8.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti