Reflex

Fujifilm X-E2: sotto il vestito c'è un cuore nuovo

Le linee retrò sono quelle già viste sulla  X-E1. Ma all’interno cambia tutto, a cominciare dal sensore 

– Credits: Fujifilm

Chi si appresta ad acquistare una mirrorless starà senz’altro valutando – fra le varie opzioni – anche quelle firmate Fujifilm. Al di là della simpatia per questo o quel brand, è indubbio che la linea “X” della società giapponese sia infatti una delle più attraenti per ciò che riguarda la capacità di combinare design, ingombri e prestazioni.

Lo si capisce, una volta di più, guardando la nuova X-E2, erede della fortunata X-E1, la middle-range di famiglia, una compatta a ottiche intercambiabili che pur mantenendo l’inconfondibile stile retrò della sua progenitrice si arricchisce di alcune risorse funzionali. Vediamole in sintesi.

NUOVO SENSORE E PROCESSORE
La nuova Fujifilm X-E2 si segnala innanzitutto per l’innesto di un nuovo sensore Cmos X-Trans da 16 megapixel, supportato da un processore EXR di seconda generazione. Il risultato è una fotocamera con una sensibilità variabile da 200 a 6400 ISO (estendibile a 100-25600 in formato Jpeg), una raffica da 7 fotogrammi al secondo (3 fps con AF in continuo) e un sistema autofocus che promette velocità e precisione (vero tallone d’Achille del mondo mirrorless. Giova a questo proposito la presenza sul sensore di un sistema di rilevazione di fase e l’esclusiva matrice di filtro colore che elimina la necessità di un filtro ottico passa-basso, riducendo al minimo l’effetto moiré ma mantenendo elevata la risoluzione.

X-E2_Black_Front_18-55mm-r51-2_emb8.jpg

TUTTO SOTTO CONTROLLO
Novità anche per quanto riguarda le funzioni di controllo con l’arrivo di un nuovo display Lcd da 3 pollici (e 1 milione di pixel). Confermato il comodo il sistema di regolazione per l’apertura del diaframma e i tempi di esposizione: il primo è appannaggio di una ghiera situata sull’obiettivo, i secondi sono invece modificabili attraverso l’apposito selettore posto nella parte superiore del corpo macchina. Nei paraggi anche quattro pulsanti completamente personalizzabili.

X-E2_Silver_Dial_Close_up-r50_emb8.jpg

VIDEO FINO A 60 FPS
Come buona parte delle fotocamere di ultima generazione anche la nuova X-E2 supporta la registrazione di video in formato Full HD (1920x1080) fino a 60fps. Anche su questo fronte Fujifilm ha lavorato sulla precisione e sulla fluidità nella regolazione del fuoco, soprattutto in modalità inseguimento (tracking AF). Fra le opzioni segnaliamo la modalità di simulazione della pellicola, la compensazione dell'esposizione (± 2 EV) e la possibilità di sfruttare un bit-rate fino a 36Mbps.

FUNZIONALITÀ WIRELESS
Attivando la modalità wireless (per farlo è sufficiente premere il pulsante Wi-Fi posto sulla parte superiore della fotocamera) è possibile salvare "al volo" le foto sul PC o connettere la fotocamera ad uno smartphone o a un tablet che abbia installato l’apposita applicazione gratuita (Fujifilm Camera Application). In questo modo è possibile condividere gli scatti sul Web (social network compresi) in tempi molto rapidi.

PREZZI
Fujifilm ha comunicato anche i prezzi consigliati della nuova X-E2. Che sarà disponibile sia in kit XF18-55mm F2.8-4 R a 1.349,99 euro che nella versione solo corpo a 949,99 euro.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti