Lg G Watch Urbane
Mytech

Lg Watch Urbane: meglio con o senza LTE?

Al MWC di Barcellona Lg presenta due smartwatch molto simili nella forma ma diversi nella sostanza. Ecco le differenze

Lg è convinta che gli smatwatch giocheranno un ruolo centrale, per non dire decisivo, nel futuro della comunicazione mobile. Come gli smartphone, o forse di più. Tutto sta a capire cosa vogliono davvero gli utenti: se un semplice accessorio da collegare al telefono per avere qualche notifica sparsa qua e là, o qualcosa di più. Per capirlo, non c’è che un sistema: sperimentare, osare, portare sul mercato oggetti molto diversi fra di loro e registrare le reazioni dei consumatori.

Si spiegano così i tanti annunci diramati dalla casa coreana negli ultimi mesi su questo fronte: prima uno smartwatch Android Wear dalle forme squadrate, poi la sua variante con cassa tonda, infine - questa è notizia dell’ultim’ora - altri due nuovi modelli dalla denominazione molto simile: Lg G Watch Urbane e G Watch Urbane LTE. Non si tratta, chiariamolo subito di due lati della stessa medaglia, semplici variazioni sul tema. No, per quanto il nome e le apparenze suggeriscano il contrario, qui siamo di fronte a due modelli profondamente diversi fra loro.

 


Lg Watch Urbane: tondo è bello, raffinato è meglio
Lg Watch Urbane potrebbe essere considerato come la versione “premium” del G Watch R, lo smartwatch con cassa tonda e sistema operativo Android Wear presentato da Lg sul finire dello scorso anno. Le differenze, rispetto al modello di cui sopra sono soprattutto di natura estetica. Il G Watch Urbane si presenta infatti con una cassa in acciaio inossidabile più sottile e raffinata (si può scegliere fra finitura lucida argento o oro) e un cinturino in pelle impunturato che ammicca all'utenza più attenta alle questioni di stile. Per il resto poco altro da segnalare: stesso display del G Watch R (un P-Oled da 1.3 pollici), stessi sensori (contapassi, cardiofrequenzimetro), stesso processore (Qualcom Snapdragon quad-core), stessa batteria (da 410 MAh).

Lg Watch Urbane LTE: dentro c'è una SIM card...
Decisamente più ambizioso ci appare il progetto Watch Urbane LTE, non tanto nella forma (sostanzialmente identica a quella del modello standard), quanto nella sostanza. Il concetto di smartwatch come accessorio dello smartphone è qui radicalmente sovvertito dalla presenza di una SIM telefonica 4G integrata, un plus che dà al dispositivo la facoltà di sganciarsi in maniera pressoché completa dal telefono per effettuare e ricevere chiamate, inviare e ricevere messaggi di testo e offrire servizi Push-To-Talk, Un processo di "emancipazione" completato dall'innesto di tutta una serie di sensori fra cui il GPS e l’NFC.

Lg G Watch Urbane LTE

Lg G Watch Urbane LTE – Credits: Roberto Catania

...e un sistema operativo tutto nuovo
Ma le differenze più significative sono probabilmente a livello software. Per la prima volta dal suo ingresso nel settore degli "indossabili", Lg abbandona Android Wear per puntare su una versione custom di Web OS. Una decisione che cambia, e di molto, l’esperienza utente. Non solo perché consente alla casa coreana di aumentare il numero di pulsanti fisici per la regolazione delle impostazioni (ben tre, tutti sul lato destro dell'orologio) ma anche per il tipo di interazione touch, bisogna ammetterlo, qui decisamente più frizzante e coinvolgente. Il video chiarisce più di tante parole come cambia l'esperienza utente con l'arrivo di Web OS. 

Il tempo, come sempre, ci dirà quale fra i due modelli incontrerà i favori del pubblico. L’impressione è che molto dipenderà dalle applicazioni che arriveranno dall'una e dall'altra parte. Web OS è ancora troppo giovane per essere giudicato sotto questo profilo, Android Wear - dal canto suo - non sembra aver stimolato più di tanto la fantasia degli sviluppatori. Un anno o poco più dovrebbe essere sufficiente per capire dove tira il vento.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lg G Watch R, la recensione

Nonostante i limiti fisiologici di Android Wear, il primo smartwatch “tondo” di Lg si dimostra un esperimento riuscito

Commenti