Internet

Il web (sicuro) spiegato ai bambini

Un’applicazione realizzata dal Cnr insegna agli alunni della scuola primaria che cos’è internet, e come si naviga senza pericoli

Schermata 2015-03-05 a 16.35.26

Trafficano con telefonini, tablet e computer ancora prima di iniziare a parlare bene, ma quasi mai i nativi digitali hanno consapevolezza di che cos’è internet: di come funziona, di quali sono le opportunità ma anche i rischi. Per venire in aiuto di insegnanti e genitori alle prese con i piccoli internauti, l’Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Iit-Cnr) ha realizzato un’applicazione rivolta proprio ai più piccoli. Si chiama Internetopoli (scaricabile gratuitamente), ed è stata creata dalla ludoteca del Registro.it, l’anagrafe dei domini internet gestita proprio dall’Iit-Cnr, in collaborazione con la Giunti Os.

È rivolta agli alunni delle scuole primarie, e Internet è descritta come una città, con i suoi indirizzi, la sua mappa, le abitazioni private e i luoghi di aggregazione. Interagendo con l’applicazione, i bambini comprendono le opportunità offerte dalla rete – reperire informazioni, conservare documenti, scambiare idee, realizzare “città intelligenti” – ma capiscono anche che non tutte le informazioni sono ugualmente affidabili e che, come in una città vera, ci sono norme di comportamento e di prudenza da osservare, e pericoli da cui guardarsi. Gli esempi sono semplici e alla portata di bambino: come in casa abbiamo porte o tende perché vogliamo difendere la nostra privacy, così su Internet non vogliamo far sapere a tutti che cosa stiamo facendo. “Internetopoli usa un’interfaccia semplice, animata da video e mappe con domande rivolte agli utenti nativi digitali: chi risponde esattamente passa al ‘quadro successivo’” spiega Domenico Laforenza, direttore dell’Iit-Cnr e presidente dell’area Cnr pisana. “È compatibile con la Lim (la lavagna interattiva multimediale), funziona con i principali sistemi operativi su tablet, smartphone e pc”.  

Internetopoli è stato adottato dalla Questura di Genova per insegnare la navigazione sicura sul web per la campagna ‘Una vita da social’, ed è l’ultima di una serie di iniziative della ludoteca del Registro.it (www.nic.it) del Cnr per insegnare ai bambini il tema della sicurezza su Internet. 



© Riproduzione Riservata

Commenti