speed watching
Internet

Speed Watching, l'ultima (stupida) mania di YouTube

Per risparmiare tempo, sempre più utenti YouTube guardano i video aumentando la velocitá, alcuni persino con film e serie-tv

A qualcuno sembrerá una pazzia, altri si stringeranno nelle spalle, per altri invece è una pratica consolidata: sto parlando dello speed watching, discendente diretto del multitasking, nonchè nuova mania della rete.

A dire il vero, il termine "mania" rischia di essere fuorviante, chi fa speed watching non lo fa perchè vada di moda o perchè la cosa in sè fornisca effettivamente una qualità diversa di int

finizione è giá obsoleta, considerando che il fenomeno è esploso solamente dopo che YouTube ha introdotto la possibilitá di aumentare la velocità di riproduzione dei suoi video.

Dicesi dunque speedwatcher l’utente che consuma tonnela

rattenimento; lo fa perchè crede di risparmiare tempo.

A a sentire Urban Dictionary, per speed watching si intende “l’atto di guardare un film o uno show televisivo saltando interi passaggi o utilizzando l’avanti veloce”. In realtá questa dete di video YouTube impostando la velocitá di riproduzione a 1,25x o 1,5x, così da ridurre il tempo di visualizzazione. C’è chi lo fa perchè ha solo bisogno di annotare rapidamente informazioni su un determinato argomento (è il caso dei video "how to"), chi non ha interesse alla forma con cui viene presentato un contenuto (molte videorecensioni) e chi invece trova troppo lenta l’impostazione scelta da chi ha prodotto il contenuto (alcuni TED talk).


Verrebbe da pensare che lo speed watching sia solo un vezzo per maniaci del risparmio temporale, e invece a quanto pare c’è chi lo usa abitualmente anche per filmati che, se velocizzati, rischiano di sfiorare il ridicolo, come nel caso dei film e delle serie-TV. A quanto pare, infatti, sempre più utenti cominciano a dedicarsi allo speed watching di contenuti video a lunga durata, nella speranza di tenersi al passo con l’esponenziale aumento di serie-TV e film disponibili in Rete.

Qualcuno addirittura millanta di avere imparato a seguire serie-TV aumentando la velocitá del doppio. Ma la maggior parte degli speedwatcher opta per incrementi di velocitá meno percettibili. Programmi come VLC consentono di customizzare la velocitá di riproduzione impostando valori come 1,2x che, a detta degli speedwatcher più navigati, consentono di fruire il contenuto senza che risulti ridicolo.


Come il video qui sopra dimostra, una velocitá di 1,2x non cambia poi molto in termini di fruizione, ma dal punto di vista di una persona ossessionata dal tempo, comporta un risparmio non da poco: basti considerare che, guardando a velocitá 1,2x un film di media durata (90 minuti) si arriva a risparmiare tranquillamente un quarto d’ora. Ma il vero speedwatcher ragiona come un pesista. Comincia con un’impostazione poco traumatica e progressivamente passa a velocitá maggiori, spesso abituandosi a comprendere conversazioni a velocitá che per una persona normale risulterebbero indigeribili.

Le controindicazioni, naturalmente, sono molteplici. Innanzitutto, bisogna considerare che contenuti video come film e serie-TV non sono dei meri contenitori di informazioni, sono frutto di un progetto artistico visivo in cui il tempo ha un ruolo fondamentale. Magari riesci davvero a guardarti tutto Mad Men risparmiando diverse ore rispetto a chi sceglie l’impostazione tradizionale, ma sicuramente molte scene avranno un impatto più debole, mentre altre verranno completamente disinnescate (sfido chiunque a non sogghignare guardando la scena del Red Wedding di Games of Thrones a velocitá 1,5x).

Ma c’è un altro problema, e ha che fare con il funzionamento del nostro cervello. Parlando di multitasking, in un altro articolo, ho giá spiegato come il tentativo di risparmiare tempo dedicandosi a tante operazioni in parallelo finisca per risultare controproducente tanto a livello fisico quanto a livello psicologico; questo perchè il multitasker vive in una prolungata condizione di stress, e questo stress, reale o percepito che sia, porta a un incremento dei valori di cortisolo, il che determina a una serie di problemi psicofisici tra cui disturbi del sonno e della concentrazione.

Se puó avere senso guardare le istruzioni per cucinare pasta alla gricia a 1,5x, ne ha molyo meno applicare questo approccio a ogni tipo di contenuto video e privilegiare il risparmio di tempo a discapito di qualsiasi altro aspetto. Insomma, se per risparmiare tempo hai deciso di guardarti un capolavoro come Breaking Bad a 1,5x, tanto vale che rinunci definitivamente a guardarlo. A conti fatti, risparmi molto più tempo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le serie tv dell'estate 2015

4 novità e 3 graditi ritorni per un'estate all'insegna della bella tv: tra amori (etero e omo), zombie, affari di famiglia e detective al di sotto di ogni sospetto.

Youtube compie 10 anni

Il 14 febbraio 2005 è stata fondata Youtube: oggi ha 1 miliardo di utenti con 300 ore di filmati caricati ogni minuto

Commenti