13783472855_6c68f8437e_k
Internet

Ecco perché il mobile web ha bisogno di un po' di socialismo

In arrivo un sistema con cui i dispositivi con meno copertura potranno prenderla in prestito dagli altri. E potrebbe diventare la regola

A ciascuno secondo i suoi bisogni, da ciascuno secondo le proprie possibilità”, era il 1839 quando lo storico e politico francese Louis Blanc coniò questa frase, e anche se magari sei già pronto a liquidarla come utopia, a breve potrebbe aiutarti ad avere sul tuo cellulare una connessione fino a due volte più potente del normale.

In questi giorni, il colosso dell’internet cinese 21Vianet ha annunciato che, all’inizio del prossimo anno, attiverà un nuovo tipo di rete mobile basata su una tecnologia simile a quella dei mesh network. Questa tecnologia, ideata dalla startup texana M87, fa sì che i dispositivi mobile afferenti alla medesima compagnia telefonica possano sostenersi a vicenda con la connessione in modo da aumentare la copertura media di tutti i dispositivi.

Per funzionare è necessario che i dispositivi che partecipano a questo silenzioso scambio abbiano pre-installato uno speciale software prodotto da M87 che fa sì che il proprio dispositivo allochi il 10% della propria carica per “aiutare” un altro dispositivo con connessione debole, e viceversa. Il software viene settato in modo che un dispositivo metta la propria connettività a disposizione di un altro solamente se ha una batteria carica almeno al 60%.

M87 è in grado di “agganciare” altri cellulari entro un raggio di 15 metri se si è all’interno di un edificio, e di 54 metri se si è all’esterno; prevede inoltre la codifica dei dati scambiati tra cellulari per ragioni di sicurezza e può rivelarsi particolarmente utile in situazioni in cui per forza di cose la connettività è indebolita (come quando sei nell’abitacolo della tua auto, ad esempio).

Il principio alla base è lo stesso dei mesh network: poiché il numero di dispositivi connessi è destinato ad aumentare di molto nei prossimi anni, c’è bisogno di un sistema che consenta di aumentare la copertura senza richiedere l’installazione di ulteriori infrastrutture. La logica verticale che regola le connessioni mobile oggi viene in questo modo ribaltata per far sì che ogni singolo dispositivo sia in grado di ottenere e fornire banda.

Ma c’è chi è già pronto a sollevare polemiche: del resto, un simile sistema di fatto utilizza la batteria dei singoli utenti per potenziare tutta la rete mobile e quindi l’operatore, che grazie ai suoi utenti può massimizzare la copertura senza dover sostenere nuove spese. Per questo motivo, è probabile che gli utenti che acconsentono ad avere pre-installato M87, godranno di bonus e promozioni ad hoc.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Internet vicina alla saturazione

Dopo i disservizi di eBay negli Stati Uniti diversi utenti lamentano rallentamenti e connessioni mancate. La rete, come atteso, sta finendo lo spazio a disposizione

L’internet dopo Internet, ecco cosa sono i mesh network

Mentre l'Internet tradizionale mostra la sua vulnerabilità, si fanno strada soluzioni alternative per garantire una Rete davvero libera e rispettosa della privacy. Fra tutte, spiccano i mesh network, reti comunitarie che si appoggiano unicamente sui telefonini degli utenti

Commenti