Internet

Google: oscura il revenge porn

Google bloccherà le vendette hot: ovvero, eliminerà dalla ricerca i siti che consentono di mettere online immagini intime senza consenso

Revenge Porn Google

– Credits: Olycom

La storia finisce male? L'amante deluso mette online le foto intime per vendetta sui siti che lo consentono (revenge porn): una pratica spiacevole purtroppo troppo spesso diffusa.

Da oggi Google ha deciso di ostacolare questa pratica, concedendo a tutti coloro che lo richiedono, la cancellazione (quasi) immediata dei contenuti Revenge Porn dal suo dominio.

Per fare richiesta è necessario compilare un modulo online (disponibile a breve) e Google promette la cancellazione dei link ai siti che contengono le immagini.

Un passo avanti per la tutela della privacy: attenzione però, spariranno i collegamenti ai siti, ma le immagini resteranno comunque in rete.

Infatti le immagini hot potranno essere ancora accessibili a chi conosce l'esatto indirizzo web dove si trovano.

A rendere nota questa notizia, è un post ufficiale di Google dove vengono spiegate le motivazioni di questa scelta: "Sappiamo che questo non risolverà il problema delle vendette online. Non siamo in grado, ovviamente, di rimuovere le immagini dai siti stessi. Ma speriamo che soddisfare le richieste delle persone di eliminare questo tipo di materiale dai risultati delle ricerche, possa almeno aiutare”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti