Internet

Gmail, da oggi puoi scrivere email senza uscire dall'inbox

Gmail introduce finalmente alcune novità nella composizione dei messaggi, consentendo di leggere la posta in arrivo mentre si scrivono mail e di gestire più facilmente gli indirizzi

Nuova composizione gmail

– Credits: Google

Da quando Microsoft ha restaurato il suo servizio mail, ribattezzandolo Outlook.com , Google sta facendo di tutto per assicurarsi il predominio nel campo dei client di posta. Dopo aver integrato in diversi modi Google+ e aver introdotto Gmail tra i risultati di ricerca, oggi Google passa al restyling della composizione dei messaggi di posta elettronica.

Per chi è stato già interessato dall’aggiornamento, può essere stato abbastanza spiazzante ritrovarsi stamattina a cliccare su “scrivi” e vedere una finestra pop-up schiudersi nell’angolo in basso a sinistra, come una qualsiasi finestra di chat. La scelta di Google ha senso, invece di costringere l’utente ad abbandonare la posta in arrivo per comporre il proprio messaggio, meglio ridurre lo spazio di composizione a una porzione che consenta di continuare a controllare l'inbox, leggere messaggi e aprire nuove finestre di composizione (al massimo due in contemporanea) senza dover salvare il primo messaggio nelle bozze. Il riquadro di composizione può anche essere isolato come finestra a sé stante e messo in background mentre si lavora ad altro su Gmail. Questa opzione in particolare può rivelarsi un toccasana dato che, in alcuni casi, una volta composto il messaggio il tasto invia scompare sotto la toolbar e risulta difficile arrivarci col mouse (ma siamo sicuri che una volta completato il varo del nuovo Gmail, questi problemi saranno risolti, vero Google?)

Ci sono novità anche per l’inserimento degli indirizzi. Quando comincerete a scrivere un indirizzo nella barra dei destinatari vi verranno mostrate diverse alternative corredate dalla foto profilo (se il contatto ne ha uno su Google+) dell'utente. Inoltre, gli indirizzi già selezionati possono essere trascinati dai destinatari alle altre barre come fossero elementi autonomi. Per quanto riguarda la composizione vera e propria, invece, i messaggi sono stati corredati di icone in calce per facilitare la modifica del font e dei caratteri, e per introdurre un sistema migliorato di embed delle immagini e dei link. Presto verranno introdotte nuove funzionalità relative agli emoticon e all'incorporazione degli inviti di Google+.

Le modifiche a cui abbiamo accennato valgono naturalmente anche per la composizione dei messaggi di risposta, che tuttavia sono interessati da altre novità. Come ad esempio l’impossibilità di cambiare in tempo reale l'oggetto di una conversazione. Per farlo sarà necessario cliccare sull’icona con le due frecce in alto a sinistra e selezionare “inizia un’altra conversazione (nuovo argomento).” Per ora, il nuovo sistema di composizione dei messaggi è facoltativo, questo significa che finché il periodo di prova non si esaurisce, potete sempre tornare al vecchio metodo.

Pur introducendo significativi miglioramenti, tuttavia, il nuovo Gmail non si discosta molto da tutti gli altri client email. Nel frattempo, cominciano a farsi strada soluzioni alternative, come Alto di AOL , che fornisce all’utente un sistema per organizzare, gestire e smistare le mail di diversi client in un’unica piattaforma.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti