Internet

Decide-it, la vita è solo un videogame

Lavoro, economia, business. Tutto è risolvibile tramite simulazioni digitali proprio come in un videogioco

La locandina della final conference di Roma. Credits: www.decide-it.eu

Il serious-game non è una categoria videoludica vera e propria. Non ne troverete un titolo tra gli scaffali del vostro rivenditore preferito ma se chiedete a qualche manager di successo saprà dirvi di cosa si tratta. Nella vita di tutti i giorni viviamo situazioni difficili, momenti di crisi e in cui prendere scelte difficili. La gente comune potrebbe avere un po’ di tempo a disposizione per dare una risposta di una certa importanza, molti businessman invece no. Come allenare le fresche menti di giovani aspiranti manager per prepararli ad ogni situazione possibile? Semplice, con un videogioco. A metà strada tra i vecchi RPG testuali in voga su Amiga e i test per l’università, Decide-it è la piattaforma che permette di provare le proprie abilità comportamentali in determinate situazioni, calate nel mondo dell’economia e della finanza.

Si basa su quello che viene chiamato “serious game”, ovvero una simulazione che racchiude conoscenze che possono essere acquisite e messe in pratica in maniera interattiva, da soli o all’interno di un gruppo. Il gioco è studiato per insegnare in modo rapido ed efficace il Dynamic Decision Making , quel tipo di processo decisionale richiesto in situazioni complesse e in rapida evoluzione, molto frequenti nell’attuale mondo del business. Ma non solo, DECIDE-IT è flessibile e può essere giocato da una o più persone, con o senza l’assegnazione di ruoli ai partecipanti. Si può utilizzare come scenario di business per l’apprendimento di competenze trasversali quali comunicazione, lavoro di squadra, leadership, negoziazione e problem solving.

La caratteristica più importante è che Decide-it è un progetto tutto italiano, sviluppato grazie ad una partnership tra enti pubblici e privati tra cui l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Cnr di Roma, l’Engineering Ingegneria Informatica, la spagnola Everis e la software house rumena Siveco. Il gioco nasce dall’adattamento di un serious game già esistente, “Dread-ed ”, anch’esso frutto di un progetto europeo a guida italiana messo in campo dall’Istc-Cnr e dal laboratorio Nac (Laboratorio di Cognizione Naturale e Artificiale) della Federico II di Napoli, guidato da Orazio Miglino. Dread-ed era concepito per la formazione del personale coinvolto nella gestione di eventi critici come disastri naturali o industriali mentre Decide-it è più orientato alla gestione di contesti critici generati in contesti economici. E, in effetti, visti i disastri economici scatenati negli ultimi anni dalle finanze di mezzo mondo, testarlo anche per i futuri manager pare non sia stato affatto una cattiva idea. “Si tratta di un approccio alla formazione già collaudato con successo sul piano internazionale – osserva Miglino – e che ora sta prendendo piede anche tra aziende italiane”.

Il prossimo 27 settembre ci sarà a Roma la final conference del progetto Decide-it dove verranno illustrati i risultati dei trial sperimentali svolti nelle tre aziende (Engineering, Everis e Siveco) e dove verrà indicato il potenziale commerciale della piattaforma (a cura della NEXEN) e indicati altri due esempi di applicazioni sviluppate nel settore del Technology Enhanced Learning dal team dell’ISTC-CNR di Roma e del NAC-Federico II di Napoli. 

 
© Riproduzione Riservata

Commenti