iOS 9 CarPlay
Mytech

Come avere Apple CarPlay senza bisogno di cambiare la macchina

Bastano 400 euro circa per acquistare "after market" un'autoradio compatibile con lo standard sviluppato da Cupertino

Per chi è abituato a utilizzare smartphone e tablet di ultima generazione, l’esperienza di intrattenimento in auto può essere un'autentica delusione. Le vetture moderne, anche quelle aggiornate, si presentano infatti con sistemi di car enterteinment piuttosto lacunosi, soprattutto a livello di applicazione e interazione touch-screen.

Per risolvere il problema alla radice, Apple ha presentato nel 2014 CarPlay, un protocollo che consente ai produttori di auto di portare iOS all'interno dell'abitacolo. Il sistema - che di fatto trasferisce molte delle funzioni presenti su iPhone e iPad direttamente sul cruscotto, è attualmente offerto solo da alcuni produttori auto, e su modelli spesso di fascia alta [Guarda l’elenco di tutte le auto che oggi supportano CarPlay]. Chi possiede una vettura datata o comunque non ancora compatibili con il software di Apple, sulla carta non può accedere al sistema.

Sulla carta, appunto. Perché in realtà un modo per avere CarPlay senza bisogno di cambiare la macchina c’è, ed è anche piuttosto economico: acquistare una della varie soluzioni aftermarket già equipaggiate con CarPlay. Bastano ad esempio poco più di 400 euro per portarsi a casa - o meglio in macchina - un sistema di car enterteinment touch screen come questo perfettamente compatibile con tutte le funzioni del sistema di Apple: chiamate vivavoce, accesso alla rubrica, messaggi, mappe, riproduzione dei brani in playlist, oltre a tutte le normali feature tipiche di un'autoradio.

Pioneer CarPlay

L'autoradio Pioneer SPH-DA120, con CarPlay integrato

La connessione con il cellulare può essere effettuata solo via Bluetooth (condivisione musica e chiamate) ma - per avere accesso allo spettro completo delle funzioni - è necessario collegare l’iPhone via cavo Lightining. Già integrata, come su tutti i sistemi Apple CarPlay, l’interfaccia Siri per il controllo vocale delle applicazioni.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti