Casa

Lavatrice SPA, obiettivo tessuti

Ecco come l'elettrodomestico Whirlpool punta tutto sulla tecnologia 6° Senso Infinite Care

Tutti noi siamo affezionati a dei capi di abbigliamento che ci ricordano qualcosa o che, semplicemente, ci hanno accompagnato nei diversi momenti della nostra vita. E abbiamo paura di rovinarli mettendoli in lavatrice: quindi continuiamo a lavarli a mano. Con uno spreco eccessivo d’acqua. Per ovviare a questo comune problema è stata studiata la lavatrice SPA di Whirlpool, dotata della tecnologia 6° Senso Infinite Care in grado di sostituire il lavaggio a mano: l’esclusivo design del cestello, ultrasoft e brevettato, e le forme fluide degli agitatori sono in grado di ridurre la superficie di frizione e contatto del 60% regalando un massaggio ai capi più delicati e lavandoli ancora più efficacemente. Inoltre, la tecnologia Wave Motion Plus migliora ulteriormente le performance di lavaggio attraverso uno speciale sensore che adatta la velocità di centrifuga in base al carico garantendo una migliore distribuzione e un ottimale movimento dei capi al suo interno. Wave Motion Plus prevede movimenti specifici del cestello anche per ogni tipologia di tessuto e, per i capi più preziosi, offre il movimento del cestello più lento presente oggi sul mercato.

Inoltre SPA monta il nuovo sistema di risciacquo Shower Technology, brevettato da Whirlpool, che sostituisce il tradizionale risciacquo con un sistema bifasico ad alta pressione direttamente nel cestello della lavatrice: ogni fase prevede quattro cicli di getti. Alla fine questo meccanismo migliora le performance di risciacquo ed elimina i residui di detersivo sugli indumenti, riducendo al minimo il rischio di allergie e garantendo un minore consumo d’acqua. Il motore, a induzione, infine, garantisce la massima silenziosità. Costa 899 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti