Musk apertura
Mytech

Batterie per la casa, l'ultimo scoop di mister Tesla

Il 30 aprile l'imprenditore americano Elon Musk presenterà un prodotto rivoluzionario che ha già fatto volare il titolo del gruppo

Ha creato PayPal, pioniere diventato colosso dei pagamenti on line, e SpaceX, società di razzi in rotta verso lo spazio (Marte incluso, in prospettiva). Non è però sul web e nemmeno su un altro pianeta che va cercata la prossima direzione imprenditoriale di Elon Musk, alter ego senza celluloide dell’altrettanto paperone Tony Stark, a cui ha stretto la mano in un cameo rimasto celebre nel secondo Iron Man.

Pannelli Thinkstock

– Credits: Thinkstock by Getty Images

Il padre di Tesla, casa di vetture elettriche di fascia premium, avrebbe deciso di puntare forte sulle energie pulite. Non solo quelle che fanno correre i motori delle sue automobili. A suggerirlo, alcune coincidenze: a fine marzo, con un cinguettio sibillino, ha fatto sapere che il prossimo 30 aprile Tesla svelerà non una quattro ruote, ma un’inedita linea di prodotti; a febbraio, presentando i risultati finanziari dell’azienda, aveva parlato di un progetto di batterie in grado di alimentare un’abitazione o un ufficio sfruttando l’elettricità generata in eccesso da un impianto fotovoltaico. Il design era completo già allora, restava da decidere quando presentarle. «Entro due mesi» aveva detto. Ecco che i tempi tornano.

Per chiudere il cerchio, l’imprenditore è nel board di SolarCity, società che rappresenta il più grande fornitore americano di energia solare ed è stata fondata da suo cugino, Lyndon Rive. Non mancherebbe il canale distributivo al nuovo braccio di Tesla, che ha perso un po’ di appeal tra gli investitori. E per recuperare vigore potrebbe far leva sull’ennesima calcolata metamorfosi del poliedrico Musk: il semplice annuncio, anzi lo striminzito tweet dell’arrivo dei nuovi prodotti, ha fatto guadagnare al titolo quasi un miliardo di dollari.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti