fifa 18
Videogiochi

FIFA 18: le cose da sapere

Il gioco uscirà il 29 settembre su Xbox, PlayStation, PC e Nintendo Switch. Ecco le novità principali e le versioni disponibili

Come ogni anno si riaccende la sfida tra i due titoli sportivi per eccellenza: FIFA e PES. Le ultime versioni si assomigliano sempre di più, lasciando solo a qualche elemento tracce di differenziazione. Parliamo di modalità di gioco, licenze in esclusiva (ad esempio la Champions League per Konami) e la presenza di leghe e tornei online.

La prima mossa spetta a EA Sports, che il 29 settembre distribuirà nei negozi e su internet le copie di FIFA 18 per Xbox One, Xbox 360, PS4, PS3, PC e Nintendo Switch. In cosa cambia la quasi perfezione già raggiunta lo scorso anno? Ecco le cose da sapere sul calcistico che nel 2016 è stato il videogioco più venduto al mondo.


Tutte le versioni

Di Fifa 18 esistono quattro versioni base più un pacchetto speciale messo in vendita in esclusiva su Amazon. Partiamo da quest’ultimo: si tratta dello SteelBook Ronaldo Edition, sia per Xbox One che PS4, che contiene il gioco in una confezione unica e limitata.

Quelle classiche sono invece la Standard Edition, la Legacy Edition, la Icon Edition e la Ronaldo Edition. Le prime due non danno accesso a nulla di speciale se non a 8 divise FUT Special Edition e a un Cristiano Ronaldo in prestito per cinque partite, nella modalità FUT appunto.

Quelle più interessanti sono la Icon e la Ronaldo Edition, che permettono di giocare con tre giorni di anticipo (quindi dal 26 settembre) e di avere numerosi pacchetti e giocatori in regalo, tra cui un Ronaldo Nazàrio per cinque partite. I prezzi ovviamente cambiano e partono da 69 euro.

Alex Hunter è tornato

La novità della scorsa edizione era Il viaggio, ovvero la storia di Alex Hunter, talentuoso calciatore inglese alle prese con la sua prima esperienza tra i professionisti della Premier League. Ebbene il giovane è tornato ed è pronto a prendersi la maglia delle più forti squadre d’Europa. Ci sarà anche modo di destreggiarsi con la nazionale vista la probabile inclusione dei Campionati del Mondo Russia 2018.

Il pubblico è vivo

Già il clima pre-partita ha guadagnato parecchio negli anni ma è in Fifa 18 che, per la prima volta, gli spettatori vengono avvertiti davvero come attivi. A differenza della passata edizione, dove c’erano praticamente quattro o cinque profili replicati per tutto lo stadio, qui gli sviluppatori hanno incrementato la diversità di volti e sembianze, gestendo anche in vario modo i movimenti sugli spalti. Fan folkloristici nella realtà conservano usi e costumi pure nel gioco: provate un match con il River Plate ad esempio, e vedrete sventolare bandiere per tutti i 90 minuti.

La magia del Frostbite

La tecnica di sviluppo Frostbite è stata introdotta nel 2017 e nonostante fosse già una bell’avanzamento rispetto al vecchio Ignite oggi è anche migliore. L’obiettivo è rendere tutto ancora più realistico e per questo, stando agli sviluppatori di EA Sports, il cambio di passo è visivamente rilevante, come passare da un televisore HD a un 4K.

La versione per Nintendo Switch

Per la prima volta Fifa sbarca anche sulla console ibrida di Nintendo, la Switch. Lo farà perdendo qualche elemento peculiare, come il Frostbite e la modalità di gioco Il viaggio, ma guadagnando le Stagioni Locali, tramite cui gareggiare con altri tre amici in un campionato in cinque match, e l’opzione Kick-Off, per sfidare subito il computer o un avversario, sia in remoto che con la stessa Switch, dividendo il joy-con in due.

Restano la Fifa Ultimate Team e la Women's International Cup, oltre agli Skill Games, giochini e passatempi con cui migliorare le proprie abilità.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti