Natale, tempo di regali, per sé e per gli altri. Gli appassionati di videogiochi in questo 2017 ne hanno viste delle belle, sia dal lato dei titoli sbarcati sulle console che di dispositivi stessi, in grado di alzare il livello grafico ed esperenziale.

In attesa di scoprire le mosse di Sony il prossimo anno, ad oggi è la Xbox One X la macchina da guerra perfetta, l’hardware casalingo più potente in circolazione, capace di competere con i PC assemblati apposta per giocare, andando anche oltre nel rapporto qualità-prezzo.

Forse non avrà un comparto di gadget vasto come quello degli smartphone, ma anche la One X può godere di accessori ufficiali e di terze parti per migliorare l’esperienza ludica. Partiamo dai gamepad, ovviamente, le uniche periferiche che consentono di muoversi tra i mondi digitali in 3D, riprodotti anche in 4K HDR sui televisori supportati, ma anche di cuffie, hard disk esterni e stand di ricarica, accoppiate perfette per creare un ambiente degno di una vera sala giochi, proiettata nel nuovo millennio.

Una botta di ricarica

Il primo è fondamentale, davvero. Nel gamepad incluso con la console, così come nelle precedenti, ci sono due batterie non ricaricabili. Si, perché per funzionare senza fili, la periferica ha bisogno di energia. Per evitare di tenere in casa una montagna di pile di ricambio, meglio spendere 30 euro per il kit di ricarica, che comprende la batteria al litio e il cavetto con cui connettere il gamepad a una delle prese USB della console, quando è scarico.
Prezzo: 29,99 euro

one kit charge

Kit charge, 29,99 euro

Un suono da paura

Si chiamano Plantronics RIG 400LX e anche se il marchio è conosciuto quasi esclusivamente dagli amanti dell’audio, le cuffie in questione sono del tutto accessibili economicamente e offrono una resa qualitativa d’eccezione. In più, sono tra le poche certificate Dolby Atmos, cioè possono attivare la possibilità di ricevere il suono in modalità stereofonica, a seconda della direzione da cui proviene nel gioco.

Quindi, in Fifa 18, sentirete i cori da una o dall’altra parte dello stadio e in titoli come Assassin’s Creed Origin, le voci e il parlato si differenzieranno in maniera unica e precisa nello spazio circostante. Normalmente per sfruttare l’opzione si paga: nelle Plantronics RIG 400LX c’è un codice di attivazione gratuito.
Prezzo: 99 euro

Plantronics RIG 400LX

Plantronics RIG 400LX, 99 euro

Il potere nelle mani

Il gamepad tradizionale della One X fa il suo lavoro alla perfezione ma per i più esigenti c’è il Razer Wolverine Tournament Edition, studiato appositamente per i gamer professionisti. Ha pulsanti multifunzione che possono essere mappati per creare più di 500 profili personalizzati e adattarsi a diversi stili di gioco e un LED che si attiva insieme alla vibrazione, a seconda di quello che succede sullo schermo.
Prezzo: 140 euro

Razer Wolverine Tournament Edition

Razer Wolverine Tournament Edition, 140 euro

Signor telecomando

Con la One X ci si gioca, principalmente, ma non solo. Ci sono le app di Netflix, Sky, Prime Video e Mediaset Premium e dunque avere un telecomando con cui interagire invece del controller è molto comodo. Media Remote, ufficiale di Microsoft, consente di mettere velocemente in pausa, riprendere la visione e regolare il volume, oltre che accedere alle funzioni basilari della console.
Prezzo: 35 euro

media remote

Media Remote, 35 euro

Controller personale

Un controller d’élite, nel vero senso del termine. In realtà non è un singolo prodotto ma un “progetto”. Con tale programma, Microsoft permette di personalizzare il gamepad, scegliendo tra gli stili (tanti) già sfornati e altre combinazioni da mixare sul sito del Design Lab. Certo, il costo rischia di lievitare ma questo è un controller esclusivo, da portarsi sempre dietro, per far saggiare la polvere anche a casa degli amici.
Prezzo: da 65 euro

controller elite

Controller élite, da 65 euro

Sempre in pole

Thrustmaster è una garanzia in quanto a equipaggiamento “da gara” per le console domestiche. L’assetto TMX Force è il perfetto compromesso tra qualità e spesa non eccessiva. Ha un volante regolabile con i soliti pulsanti della Xbox, con una plancia di comandi estesi. I pedali invece offrono un’inclinazione regolabile, con intensità progressiva da aggiustare nelle impostazioni.
Prezzo: 169 euro

TMX Force

Thrustmaster TMX Force, 169 euro

Mai senza memoria

1 TB di spazio può sembrare sufficiente per memorizzare un bel po’ di giochi ma se il trend è quello di sfornare capolavori da quasi 100 GB allora lo storage potrebbe venire presto a mancare. Poi, salvando tutto su un hard disk esterno vuol dire poter avere la propria galleria di titoli pronta a partire anche sulla console di amici e parenti, con un avvio immediato e senza attese. Tra i tanti marchi, WD è di certo tra i più famosi e fidati in quanto a dischi rigidi esterni. Uno da 1 TB può andare benissimo per doppiare la memoria a disposizione, spendendo il giusto.
Prezzo: 56 euro

wd elements

WD Elements 1 TB, 56 euro

Un piccolo home theatre

Un altoparlante frontale e un subwoofer per sparare grida e urla di zombie per tutto il salotto. Per quanto possibile, la soundbar Samsung HW-M360, dona la sensazione di essere in un piccolo cinema, grazie alla tecnologia Surround Sound Expansion. Si collega alla Xbox One X tramite cavo ottico ma ha anche il Bluetooth per usarla con la musica su smartphone e tablet.
Prezzo: 130 euro

Samsung HW-M360

Samsung HW-M360, 130 euro

Il salva-spazio

Sebbene la X abbia il profilo più snello tra le console di Microsoft, c’è qualcuno che preferisce metterla sul “lato” e non di pancia. Per questo esistono stand appositi, come quello di YockTec, che permettono di salvare spazio e continuare a usare tutti gli ingressi, senza limitazioni.
Prezzo: 16 euro

YockTec

YockTec Stand, 16 euro

Una seduta da campioni

Non è un caso se i giocatori professionisti non passano ore e ore su sgabelli o sedie normali. Quello del videogamer è un lavoro serio, che va affrontato con le giuste precauzioni per la schiena. La Elite Pro Gaming Chair di X-Rocker è tra le sedute migliori in circolazione e offre una serie di vantaggi unici, come gli ingressi audio per pompare il suono direttamente dalle uscite in corrispondenza della testa e due poggia-braccia regolabili che nemmeno Bill Gates sul suo catamarano.
Prezzo: 479 euro

X-Rocker Elite Pro Gaming Chair

Elite Pro Gaming Chair, 479 euro

© Riproduzione Riservata

Commenti