Social

Messenger Lite: la chat di Facebook per gli utenti poco connessi

Una versione riveduta e alleggerita della nota app di messaggistica che punta ad alleviare le difficoltà di connessione dei Paesi emergenti

Facebook Messenger Lite

Roberto Catania

-

Per arrivare a quota 2 miliardi di utenti, Facebook ha bisogno di arrivare agli occhi e alle dita di tutti quegli utenti che, per motivi diversi, oggi fanno fatica a connettersi al servizio.

L’anno scorso, Mark Zuckerberg ha fatto capire a chiare lettere che parte degli sforzi della società saranno indirizzati proprio ad alleviare il disagio di tutti quegli utenti che abitano in Paesi ancora poco serviti dalle reti ad alta velocità. In che modo lo si è capito meglio oggi con l’annuncio di Facebook Messenger Lite, versione “alleggerita” della celebre applicazione di instant messaging nata da una costola del sociel network. 

"L’applicazione è stata realizzata per offrire l’esperienza di Messenger senza però alcun tipo di limitazione legate alle tecnologie impiegata o all’accessibilità alle stesse", spiega Tom Mulcahy, Engineering Manager del team che ha lavorato all’iniziativa. I benefit della nuova versione  del servizio?:Il peso innanzitutto (solo 10 Mb), ma anchela facilità di installazione e di avviamento. 

Malgrado il lavoro di scrematura, tutte le funzioni chiave del servizio - dalla messaggistica all’invio ricezione di foto e link, fino agli stickers - sono state comunque garantite.

La lista dei paesi che per i primi effettueranno il roll-out dell’applicazione (Kenya, Tunisia, Malesia, Sri Lanka e Venezuela) ci dice molto degli obiettivi strategici del colosso di Menlo Park, oggi più che mai orientato a fare breccia nei Paesi emergenti, laddove – per ovvie ragioni infrastrutturali – più alta è la percentuale di analfabetismo digitale.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Facebook cerca di capire le nostre idee politiche. Una trappola?

Con la scusa di fornire pubblicità più rilevante, sta cercando di conoscere ancora meglio i suoi utenti

Facebook e la foto del Vietnam: tutta questione di algoritmi

Prima il post cancellato, poi le scuse e la convalida dell’immagine simbolo delle atrocità del ’72. Cosa c'è dietro gli automatismi informatici

Facebook: se il figlio si ribella alle foto pubblicate dai genitori

In Austria una ragazza di 18 anni porta i genitori in tribunale per le foto pubblicate suI social. Sarà il primo di una lunga serie di casi?

Privacy, Whatsapp e Facebook nel mirino del Garante

Soro vuole vedere chiaro nell'uso dei dati dell'app di messaggistica dopo il cambio di policy effettuato a fine agosto. Problemi anche in Germania

Commenti