Social

I programmi politici? Si confrontano su Facebook

Il social network lancia Punti di Vista, una pagina che mette a confronto i principali schieramenti politici sui temi caldi della campagna elettorale

Punta di Vista Facebook

Roberto Catania

-

A meno di un mese dal voto, Facebook annuncia l’arrivo sulla piattaforma italiana di una nuova sezione dedicata al confronto dei programmi politici. L’iniziativa, che si traduce in una pagina denominata Punti di Vista – mostrata in cima al News Feed una volta ogni tre giorni – punta a fornire uno spaccato delle posizioni dei dieci principali partiti del nostro schieramento politico su alcuni temi di stretta attualità. 

Dall'immigrazione al lavoro: ecco i temi di confronto

Le informazioni incluse in Punti di vista sono state redatte dagli stessi partiti politici, grazie a un tool fornito da Facebook a supporto delle loro pagine Facebook. Venti i temi scelti dal social network in collaborazione con CENSIS, il principale centro di ricerche socio-demografiche italiano, e all'International Center on Democracy and Democratization della LUISS: Affari internazionali, Agroalimentare, Ambiente, Governo Pubblico, Cultura, Diritti, Famiglia, Fisco, Giustizia, Immigrazione, Impresa, Infrastrutture, Istruzione ,Lavoro, Previdenza, Protezione sociale, Tecnologia, Salute, Sicurezza, Unione Europea.

Facebook ci ha tenuto a precisare che lo strumento in sé non è in alcun modo discriminatorio: a tutti i dieci partiti selezionati per il confronto (movimenti che superano l'1% delle intenzioni di voto secondo i principali sondaggi politici elettorali) sono state concesse pari opportunità sia sui temi trattati sia per ciò che riguarda gli spazi disponibili. L'ordine di presentazione dei partiti, inoltre, è casuale.

La tribuna politica in diretta streaming

Oltre a Punti di Vista, Facebook ospiterà nei prossimi giorni una serie di interviste con i leader dei principali partiti e movimenti politici. Condotte e moderate dai giornalisti di ANSA presso la sede Facebook, le interviste verrranno trasmesse in diretta grazie a Facebook Live, con la possibilità - concessa a tutti gli utenti -  di intervenire con domande e commenti in tempo reale.

Per aiutare le persone ad entrare in contatto con i singoli politici e i partiti della circoscrizione, Facebook lancerà anche una seconda funzionalità, denominata  “Candidati” che consentirà di ricevere informazioni dettagliate sui temi rilevanti per ciascun candidato, sugli eventi previsti in campagna elettorale e sulle istruzioni di voto con il nuovo sistema elettorale.

Tutti i risultati senza uscire da Facebook

Il 4 marzo, giorno delle elezioni, ogni utente tricolore vedrà infine comparire, in cima al proprio News Feed, il link a una pagina contenente tutto quello che c’è da sapere sul voto, compreso come e dove votare, con la possibilità di far sapere ai propri amici di aver adempiuto ai propri doveri elettorali.

Per vedere i risultati elettorali non ci sarà bisogno di uscire dalla piattaforma: sarà la stessa Facebook a mostrarci in tempo reale tutti i risultati degli scrutini man mano che verranno aggiornati.

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Ex dipendenti Facebook e Google contro la dipendenza tecnologica

Lanciano la campagna "Truth About Tech". Sotto accusa la connettività costante, che potrebbe minare "lo sviluppo sociale e cognitivo dei bambini"

Perché Facebook vuole conoscere il nostro livello di ricchezza

Stimare la classe sociale degli utenti migliorerebbe la profilazione. E dunque anche la vendita di spazi pubblicitari

Messenger Kids: perché dare Facebook ai bambini non è una buona idea

I minori di 13 anni non sono pronti per un profilo social: cosa dice la lettera inviata da un gruppo di esperti d'infanzia a Mark Zuckerberg

Commenti