Social

Facebook ammette: l’app per iPhone consuma (troppa) batteria

Colpa dei video e di un conflitto con la CPU. La soluzione nell'ultimo aggiornamento disponibile su iTunes

facebook app vr

Tutto vero. L’applicazione di Facebook per iOS prosciuga la batteria dell’iPhone e degli altri dispositivi Apple. A confermarlo è lo stesso social network per voce di Ari Grant, uno degli ingegneri di Menlo Park che lavorano specificamente su iOS.

“Abbiamo individuato dei problemi e stiamo lavorando sui miglioramenti, alcuni dei quali sono già nella nuova versione dell’app che abbiamo appena rilasciato", ammette il responsabile di Facebook prima di entrare nel merito della questione.

Il consumo anomalo della batteria sarebbe dovuto a due fattori: il primo è uno “spin” della CPU che di fatto porta l’applicaione a interrogare il telefono di continuo. Chiarisce il tecnico del servizio: "È un po’ quando un bambino sta tanto tempo in macchina e continua a chiedere ai genitori: “Siamo arrivati?”

Il secondo problema è invece relativo alla gestione delle sessioni audio ogni qual volta si riproduce un video. “Se lasciamo l'applicazione Facebook dopo aver visto un video", precisa Grant, "la sessione audio potrebbe rimanere aperta, come se l'applicazione continuasse a riprodurre l’audio in silenzioso (mute). Il consumo di batteria in questo caso è simile a quello che si avrebbe chiudendo un'applicazione musicale ma lasciando l’ascolto della musica in background, solo che in questo caso si tratta di un task involontario. “L'applicazione - conclude il resposabile, "in realtà non sta facendo nulla, ma utilizza comunque più energia del dovuto semplicemente per il fatto di essere attiva".

Come detto in apertura, Facebook ha già messo a punto una serie di “fix” per ovviare agli inconvenienti. Il consiglio è dunque quello di scaricare l’ultima versione dell’app da iTunes e tenere monitorati i consumi.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Perché Facebook prosciuga la batteria dell’iPhone

Il problema sarebbe legato a un eccessivo utilizzo di risorse (soprattutto audio) legate alla funzione autoplay dei video

Foto dei bambini su Facebook? La ricerca choc che fa riflettere i genitori

Un'indagine australiana rivela: più della metà delle foto dei siti pedo-pornografici viene trafugata da account social dei genitori (ignari)

Facebook Reactions: 6 modi per dire mi piace (e non mi piace)

Il social network si arricchisce con cinque nuove emoticons. Ci consentiranno di commentare gli status in modo più coerente con il nostro stato d’animo

Perché Facebook sarà il tuo negozio preferito

Non solo il pulsante “Compra” ma una nuova sezione dell’app dedicata allo shopping. Ecco di cosa si tratta

Commenti