Samsung Galaxy S4: per i puristi di Android arriva la versione Nexus

Dalla fine di giugno il portacolori della casa coreana verrà prodotto anche in una versione “stock” (priva cioè dell’interfaccia Samsung) distribuita direttamente da Google. Ma il suo arrivo in Italia appare assai improbabile

Roberto Catania

-

Chi può battere il Samsung Galaxy S4 se non un altro Galaxy S4? Il nuovissimo portacolori della casa coreana – già venduto in circa 10 milioni di esemplari – si prepara a debuttare anche in una versione “Nexus” o se preferite “Google Edition”, caratterizzata dall’assenza di personalizzazioni e dal prezzo leggermente inferiore: 649 dollari contro i 699 dell’attuale modello.

Una buona notizia per i puristi di Android che potranno contare su un terminale basato su una versione nuda e cruda di Jelly Bean 4.2 (senza cioè le varie personalizzazioni portate in dote dall’interfaccia TouchWiz di Samsung) e che come tutti i dispositivi Nexus si aggiornerà nel momento stesso in cui Google rilascerà le nuove release del suo sistema operativo.

La distribuzione del Samsung Galaxy S4 Nexus sarà curata direttamente da Google e questo rende assai improbabile uno suo eventuale arrivo in Italia. L’ultimo dispositivo Android puro - il Nexus 4 – è sbarcato in Italia solo sei mesi dopo la sua introduzione a causa dell’assenza di un rete di vendita Google Play Store.

Tutto pronto invece negli Stati Uniti, dove l’uscita del Galaxy S4 Nexus ha già una data ufficiale: il prossimo 26 giugno.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Samsung Galaxy S4: la recensione in anteprima

Le prime impressioni dal vivo: design, interfaccia utente, fotocamera, display e applicazioni. La rassegna di tutte le novità del nuovo smartphone coreano

Samsung Galaxy S4, ecco quanto costa produrlo

La compagnia IHS ha stimato che a Samsung ogni Galaxy S4 costi 236 dollari, 30 in più rispetto a S3. Il prezzo di lancio però potrebbe non superare i 650 dollari

Samsung Galaxy S4, ora è lui lo smartphone da battere

È grande, ricco di funzionalità intelligenti e si comanda persino con gli occhi: così il nuovo portacolori della casa coreana si candida a diventare il prossimo trend setter del mercato. Come risponderà Apple?

Commenti