Smartphone & Tablet

Samsung Galaxy S20, le novità

Il prossimo smartphone top di gamma dei coreani arriverà in tre versioni. Attesa per il modello Ultra con memoria e un comparto fotografico da primato

galaxy s10 immagini

Alessio Caprodossi

-

E' scattato il conto alla rovescia per l’arrivo l'11 febbraio del Samsung Galaxy S20 che rispetto al passato cambia la denominazione prevista (S11) in favore di un nome che strizza l’occhio all’anno in corso. L’avvento del prossimo smartphone top di gamma della famiglia Galaxy S è particolarmente atteso quest’anno, poiché oltre ai consueti modelli l’appuntamento sarà quasi sicuramente il trampolino di lancio per il Galaxy Fold 2, cioè il secondo smartphone con display pieghevole firmato Samsung, che potrebbe essere lanciato come Galaxy Z Flip, anche per evidenziare il design a conchiglia, simile a quanto visto sul recente Motorola Razr.

Tre modelli in arrivo

In attesa di capire le mosse dei coreani lato dispositivi flessibili, la certezza resta lo smartphone che ha aperto la strada del successo di Samsung, da molti anni primo produttore mondiale. Come e più che in passato, tra le voci che si rincorrono a suon di tweet, ci sono alcuni ben informati (come Ice Universe) che stanno rilasciando dettagli su come saranno i prossimi tre telefoni. Pressoché sicuro che saranno rilasciati tre modelli: il Galaxy S20, la variante Plus e quella più completa Galaxy S20 Ultra. L’ipotesi più accreditata è che un tratto comune dei device sarà la risoluzione dello schermo da 2560 x 1440 pixel e la frequenza di aggiornamento (cioè il numero di volte che il display si aggiorna in un secondo) dello stesso a 120Hz (disponibile per ora solo su Asus Rog Phone 2 e a breve OnePlus 8 Pro), anche se le due opzioni non potranno essere sfruttate in contemporanea, poiché bisognerà ridurre la risoluzione, oppure limitare la frequenza di aggiornamento a 60Hz.

Galaxy S20 Ultra, uno smartphone da record

Altro tratto condiviso potrebbe essere la quantità di RAM, pari a 12GB, con la versione Ultra unica a differenziarsi con i suoi 16GB, numero record per uno smartphone. Sempre l’Ultra dovrebbe arrivare in diversi tagli di memoria (128/256/512 GB), espandibile fino a 1TB, mentre la batteria da 5.000 mAh avrà il supporto alla ricarica rapida da 45W, che per una ricarica completa da 0 al 100% impiegherà 74 minuti. Il modello più potente sfoggerà un aspetto unico anche nel comparto fotografico, con il chiacchierato sensore principale da 108 megapixel, un secondo sensore di 48MP abbinato a un teleobiettivo con zoom ottico 10x e zoom ibrido 100x, e il terzo sensore da 12MP con obiettivo grandangolare, oltre al sensore Time of Light per la profondità. In sostanza, sarà difficile non ottenere scatti di qualità con una simile combinazione, che negli altri due modelli prevederà quattro sensori posteriori, con il principale da 12 megapixel, un teleobiettivo da 64MP e un grandangolo sempre da 12MP. Non sono previste novità tecniche per la fotocamera frontale, che dovrebbe contare sul sensore da 10 megapixel già visto sui Galaxy dell’anno scorso, anche se le novità arriveranno con modalità inedite come la Smart Selfie Angle, capace di rilevare la presenza di più persone e impostare lo scatto per autoscatti con un più ampio angolo di ripresa.

© Riproduzione Riservata

Commenti