Smartphone & Tablet

Samsung Galaxy A7: fuori metallo, dentro 8 core

Il nuovo smartphone XL della casa coreana punta sulla qualità dei materiali e sulla potenza del processore. A un prezzo interessante

Samsung Galaxy A7 1

Roberto Catania

-

Ricordate il Galaxy A3 e il Galaxy A5, i due smartphone in metallo annunciati da Samsung sul finire dello scorso anno? Ebbene, a quanto pare l’esperimento avrà un seguito, quello del Galaxy A7, smartphone da 5,5 pollici che avrà il delicato compito di respingere la concorrenza di tutti quei modelli "taglie forti" provenienti dalla Cina - è il caso, ad esempio, del OnePlus One o del nuovo Huawei Ascend G7 - caratterizzati da un ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

La ricetta è più un meno la stessa, ma con un pizzico di pepe in più. Rispetto ai suoi predecessori, infatti, il nuovo Samsung Galaxy A7 si ritrova con una dotazione decisamente più allargata, nelle dimensioni come nell’hardware. Oltre al già citato display da 5,5 pollici (la cui risoluzione non sarà comunque superiore al Full HD), c’è spazio per una batteria più capiente (2600 mAh) e soprattutto per un chipset Qualcomm con processore a otto core e 2 gigabyte di RAM.

Per il resto non ci sono grosse sorprese. Il nuovo Samsung Galaxy A7 recupera il design con corpo in metallo già visto sul Galaxy A3 e A5 ( em ancora prima, sul Galaxy Alpha) e Android Kit Kat come sistema operativo. Piuttosto curata, come da tradizione Samsung, tutta la sezione fotografica: ci saranno due obiettivi - uno principale da 13 megapixel, e uno anteriore da 5 - e tutta una serie di funzionalità software dedicate agli amanti dei selfie. Fra queste è prevista anche una modalità “wide selfie” per gli autoscatti grandangolari e un sistema di riconoscimento dei comandi vocali o gestuali per l’avvio automatico dello scatto.

C’è molta attesa per capire quale sarà il prezzo del Galaxy A7 nel nostro Paese: considerato il listino dei due modelli precedenti (349 e 399 euro) non è difficile pronosticare un collocamento intorno ai 450 euro.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il Samsung Galaxy S6 vi farà dimenticare l’S5

Più grande, più potente e rifinito con materiali di pregio. Ecco come sarà il prossimo top di gamma della casa coreana

Samsung Galaxy Note Edge, la video-recensione

La presenza di un secondo display ricurvo sul bordo del telefono promette di rivoluzionare il concetto di smartphone. Ma il prezzo non è per tutti

Lg, l'alternativa al Note Edge avrà due display ricurvi!

Entrambi i bordi del telefono degradano seguendo un profilo curvo, "regalando" agli utenti un secondo e un terzo schermo supplementare

Commenti