Smartphone & Tablet

Sta per arrivare il nuovo DeX di Galaxy S9 e S9+

Negli USA partiti i pre-ordini della basetta che trasforma lo smartphone in un computer per lavorare e giocare. Nei negozi dal 13 maggio

galaxy dex s9 2018

Antonino Caffo

-

Quando è stato lanciato l'anno scorso, il primo DeX di Samsung si è posto come l’ennesimo tentativo di unire il mondo PC con quello degli smartphone. In che modo? Il dock, collegato alla famiglia di S8 e S8+ da un lato e a un monitor via HDMI dall’altro, permette di trasformare l’interfaccia Android in una più vicina a Linux. Con la franchigia S9 e S9+ la coreana ha presentato un nuovo DeX, decisamente migliore dell’attuale.

Come è fatto

Non parliamo solo di design ma anche di funzionalità. Nel 2017 non era ben chiaro a cosa il DeX potesse servire. Vada per il cambio di interfaccia da mobile a desktop ma, nel concreto, con quali vantaggi? Poche le app supportate (per fortuna la suite Office si), social e giochi declinati non alla perfezione e unica esperienza davvero ottima quella di Chrome e la navigazione con il browser interno; al massimo la lettura e la scrittura di email. Se a questo aggiungiamo che bisognava comunque collegare almeno un mouse per usare degnamente l’accessorio beh, la complessità vinceva sulla versatilità.

screen

A sinistra il "vecchio" DeX, a destra il nuovo

Il DeX 2018

  • Nome: DeX Pad
  • Connessioni: 2 porte USB-A 2.0, una HDMI, una USB-C (ricarica)
  • Display output: 1600 x 900 HD+,1920 x 1080 FHD, 2560 x1440 QHD
  • Uscita: 9.0V x 1.67A
  • Compatibilità: Galaxy S8, Galaxy S8+, Galaxy S8 Active, Galaxy Note8, Galaxy S9, Galaxy S9+ con Android 8.0

Discorso decisamente diverso per la versione 2018. Cambiano le forme e mutano alcune funzioni, destinate a rendere il tutto molto più semplice. Un esempio? Una volta collegato con un solo cavetto i Galaxy S9 e S9+, e con l’aggiornamento a Oreo pure S8, S8+ e Note8, lo schermo del telefonino diventa il pad di un mouse virtuale, da gestire con le dita. In pratica non servirà null’altro per muoversi tra le finestre, sfogliare foto e video ed effettuare operazioni basilari.

Tastiera cablata, tastiera senza fili

Certo, volendo scrivere qualcosa di più lungo ci sarà sempre bisogno di una tastiera, USB o wireless, con il solo adattatore da inserire in una delle prese disponibili sul dock, ma si tratta di una estrema ratio necessaria all’occorrenza. Per qualche testo breve la keyboard virtuale, visualizzata sul display del Galaxy, andrà più che bene.

Con il nuovo gadget, sono anche aumentate le app supportate. Tra queste: Spotify, VLC, Skype, Photoshop Express, Soundcamp e i giochi Vainglory, Alto’s, Lineage 2 Revolution e altri. In un contesto ideale ci sarebbero anche titoli come Fifa Mobile, Pes 2018 e NBA 2k18, magari con la possibilità di agganciare un gamepad Bluetooth, e non è detto che tutto ciò non accada presto per mezzo di qualche hack.

Pre-ordini in vista di maggio

La buona notizia è che Samsung ha avviato i pre-ordini del DeX negli USA al prezzo di 99 dollari. La disponibilità è fissata per il 13 maggio, ovvero più di un mese, davvero tanto. Il motivo? In quella data anche i precedenti S8 e Note8 dovrebbero aver ricevuto il fatidico aggiornamento ad Android 8, che li rende perfettamente compatibili con il gadget. La cattiva è che in Italia (ma in generale in Europa) tutto tace anche se è auspicabile che le tempistiche restino le stesse.

Bundle a go-go

Se la storia insegna qualcosa, è probabile che poco dopo l’arrivo nei negozi, la coreana attivi anche da noi qualche offerta ad-hoc, con cui portarsi a casa smartphone e basetta al prezzo del solo cellulare, come accaduto con gli S8. È una certezza? No ma le strategie di business tendono a ripetersi quando i risultati danno ragione.

Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Commenti