Smartphone & Tablet

Parrot Pot, ecco il vaso intelligente che "parla" con i fiori

Grazie ai suoi sensori integrati, monitora le condizioni della pianta regolando l’acqua e informando l’utente (via smartphone) sulle cure necessarie

Parrot Pot 2

Roberto Catania

-

Da Las Vegas

Dopo aver connesso persone e cose, Internet si prepara a conquistare anche il regno vegetale. Lo dimostrano tutte quelle soluzioni tecnologiche basate sul cosiddetto giardinaggio intelligente: centraline, sensori e strumenti smart pronti ad aiutare gli utenti sprovvisti del proverbiale pollice verde.

L’ultima novità in questo campo arriva da Parrot, ed è una sorta di vaso connesso che rileva in modo automatico i principali parametri vitali della pianta (umidità della terra, temperatura, esposizione, fertilizzante) fornendo una serie di suggerimenti utili per la sua crescita ottimale.

Parrot Pot, questo il nome della soluzione, funziona tramite un set di sensori posizionati all’interno del vaso che comunica in tempo reale con lo smartphone dell’utente (via Bluetooth) e lo avvisa sulle misure necessarie per evitare ad esempio la siccità o la carenza di luce. Inoltre, essendo dotato al suo interno di un serbatoio d’acqua da 2,2 litri è in grado di provvedere autonomamente all’irrigazione in caso di bisogno.

 

Nell'applicazione 8.000 schede di specie botaniche
Parrot Pot è la naturale evoluzione di un'altra soluzione intelligente presentata dalla casa francese la scorsa estate (Flower Power). Entrambi i prodotti sono pensati per connettersi a un’app proprietaria (Flower Power 2.0) che raccoglie un database di 8.000 specie botaniche. Associando la pianta alla scheda corrispondente, è possibile monitorare lo sviluppo della pianta in base ai suoi parametri ottimali di crescita: sarà il vaso stesso a informare l’utente qualora le cure siano appropriate (luce verde), migliorabili (luce arancione) o insufficienti (luce rossa).

L'idea, è evidente, strizza l’occhio a quanti hanno sempre desiderato avere una casa fiorita ma non hanno mai avuto tempo, passione e pazienza da dedicare alla cura delle piante. Viste le funzionalità, si presta inoltre ad essere utilizzata da tutti coloro che lasciano i propri vasi ad amici, parenti e portinai durante le vacanze estive: una pianta coltivata all’interno di Parrot Pot, ha spiegato la società in occasione della presentazione ufficiale al CES di Las Vegas, è in grado di sopravvivere per almeno un mese senza alcun intervento umano.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Parrot Bebop, il drone con la passione per la fotografia

Il terzo capitolo della famiglia di quadricotteri della casa francese è un modello dotato di fotocamera full HD da 14 megapixel stabilizzata su 3 assi

Parrot Bebop 2, le dieci cose da sapere

Più veloce, più stabile e con un'autonomia finalmente all'altezza: tutto sul nuovo drone “fotografo” della casa francese

Parrot Bebop Drone, la recensione

Abbiamo provato il nuovo quadricottero della casa francese con SkyController. Ecco le nostre impressioni

Parrot: i nuovi minidroni vanno in cielo, in terra e… in acqua

La famiglia dei piccoli robot connessi della casa francese si fa sempre più numerosa. E per la prima volta si spinge in acqua

Commenti